Un cibo “americano” da strada: i Pretzel

Il nome Pretzel mi fa immediatamente venire in mente la Germania e altri paesi del nord Europa, anche se a quanto pare li invento` un frate italiano del medioevo ( da Wikipedia ) ed il nome tedesco brezel, modificato nei secoli, deriva dal latino bracellus ( piccole braccia da cui deriva anche la parola braccialetto)….

Diario di una pandemia che deve ancora risolversi

Ho deciso di raccogliere in un post, che forse diventeranno due o tre, i post estemporanei scritti per la mia pagina FB, Un’alessandrina in America. Mi sono resa conto che vorrei tenerli insieme come se fossero un racconto, mentre sulla pagina si perderebbero. Sono davvero un diario, e alcuni leggendoli sono naive e di pura…

Qui va cosi`

A Milwaukee siamo in una quarantena che chiamano “safer at home”. Per ora durera` fino al 24 aprile, poi chissa`. Io sono in casa da 15 giorni: prima doveva essere il nostro spring break universitario, ma la settimana precedente l’universita` aveva gia` deciso di chiudere tutti i corsi e ci aveva chiesto di portare le…

Il giorno in cui tutto ebbe inizio

Oggi 14 febbraio, San Valentino, di 25 anni fa iniziavo la mia vita americana. Mi ricordo, come se fosse oggi, quella interminabile giornata. Caspita non ero ancora abituata ai viaggi intercontinentali: Milano- Chicago, Chicago- Pittsburgh. Mi sembrava non finisse piu` quel lungo volo. Ero arrivata a Chicago esausta, forse piu` per le emozioni che per…

Eruv: il filo che circonda Manhattan

Non lo sapevo, ma non lo sapeva neanche mia figlia che a New York ci abita. In alto tra i lampioni delle strade, corre un filo che ininterrotto circonda l’isola di Manhattan. E` lungo ben 33 km e praticamente crea un’isola nell’isola. Si chiama Eruv ed e` legato alla religione ebraica e alle celebrazioni settimanali…