Di tv ed educazione alimentare negli USA

13-380x380

Questa mattina appena sveglia, ho acceso la tv per guardare le notizie locali. Continua a leggere “Di tv ed educazione alimentare negli USA”

Annunci

La zuppa pulisci-frigo

depositphotos_21323975-steaming-pan
Ogni tanto la sera mi viene  voglia di minestra.
Quella dell’altro ieri e` stata una di quelle sere. No, non parlo della minestrina con il brodo e la pastina: quella mi ricorda gli ospedali, la tristezza e le malattie e tutto perche` la associo al piatto forte delle suore dell’asilo dove odiavo andare quando ero piccola e di cui  sento ancora l’odore ( la puzza….).
Preferisco le zuppe.
Faccio spesso il minestrone, che qui all’estero, senza i preparati surgelati stile Findus, diventa comunque un lavoro. Se vivete all’estero, o per lo meno se vivete negli USA, lo saprete gia`, se invece siete in Italia, sappiate che qui il minestrone surgelato non c’e`.
Per preparare il minestrone bisogna tagliare e preparare i misti dalle verdure fresche. Al massimo si possono aggiungere alcune verdure surgelate, che dovete comprare separatamente, come ad esempio piselli, fagioli dall’occhio, spinaci, per il resto bisogna armarsi di santa pazienza, riempirsi il frigo di verdure, incluso intere teste di sedano , perche` qui il “mi dia un gambo di sedano e una carota” non esiste e mettersi di santa pazienza a tagliare ….. `  se sono in vena e ho tempo, me le faccio io le buste preparate di verdure gia` tagliate da mettere nel surgelatore per quando ho fretta.
Ma l’altro ieri non avevo quasi niente, ne` in frigo ne` in freezer, da usare per farci la zuppa di cui avevo voglia. Nel frigo avevo solo della zucca di Costco che avevo comprato il weekend scorso gia` tagliata a dadini con cui avrei voluto fare i tortelli e poche altre cose. I tortelli non li avevo poi fatti perche` le giornate cosi` belle, ma fuori stagione,  che ci stanno allietando in questi giorni di novembre, mi hanno fatta scappare fuori a godermele e non mi hanno tenuta in cucina a spignattare.
Nel freezer rimaneva solo qualche avanzo di piselli surgelati e fagioli dall’occhio e poche altre cose non indicate per farci la zuppa ed io di zuppa avevo proprio voglia.
Insomma stavo pensando di fare una vellutata di zucca, ma sono arrivata tardi ….
perche` io ho anche un marito che cucina e cosi` quando gli ho ventilato l’idea della zuppa, mi ha detto “faccio io”.
E io l’ho lasciato fare.

Continua a leggere “La zuppa pulisci-frigo”

Le Ambasciatrici

Image result for le ambasciatrici del buon gusto
il sorbetto alla pesca di Paola Rontini

Di cosa puo` scrivere nel blog una persona che ultimamente e` chiusa in casa davanti ad un computer causa insegnamento di un corso super intenso ( ma che sta andando benissimo e mi sta dando molte soddisfazioni, dopo tutte le paranoie di cui vi avevo fatto partecipi nei mesi scorsi) ?
Di poco, se non che la vita scorre e la ciccia cresce…
Si`, perche` non c’e` niente come lo stare seduta al computer e la noia che ne deriva ( forse non capita agli scrittori o giornalisti veri, ma se si devono correggere dei compiti si`…) che fa venire una fame nervosa. che ti fa andare direttamente al mobiletto della cucina dove stanno i biscotti, che avevi comprato per offrirli a qualche ospite che fosse arrivato dalle tue parti, ma che poi vanno a finire direttamente dalla tua bocca sui tuoi fianchi.
Il fatto di fare anche parte di un gruppo di signore italiane sparse per il mondo e ambasciatrici della buona cucina italiana, Le Ambasciatrici del Buon Gusto , non aiuta, lasciatemelo dire.

Onigiri di Claudia Casu

Al mattino ti svegli e vieni allietata dai manicaretti che arrivano dal Giappone dove Alice e Claudia sono gia` quasi pronte ad andare a letto, ma nel frattempo hanno creato delle opere d’arte che uniscono la tradizione italiana con la bellezza e teatralita` della cucina giapponese: torte salate con ingredienti autoctoni che sostituiscono quelli italiani che magari non trovano o che hanno prezzi stratosferici, o viceversa piatti giapponesi come sushi o onigiri che invece delle alghe usano le italianissime melanzane.
  Poi, per fuso orario, arrivano i post delle ambasciatrici che vivono nel Medio Oriente ed in Europa e spaziano dagli antipasti ai dolci. Chi e` in Medio Oriente inserisce il couscous e le spezie pur rimanendo molto italiana nell’anima. Chi e` in Europa forse ha piu` possibilita` di reperire ingredienti, ma rimane il fatto che sono tutte incredibilmente talentuose e l’acquolina in bocca e` garantita. La loro creativita` non ha limiti. Le ricette che potete trovare sul blog sono un inno alla bellezza e alla bonta` della cucina Italiana
E tu sei li`: davanti al computer che dovresti lavorare ed invece sei ipnotizzata da quello che vedi, vorresti correre in cucina e provare a duplicare quello che vedi, anche se sai che i risultati non sarebbero altrettanto…fotografabili.
Allora finisce che ti consoli con quello che hai, e cercando di limitare i danni, pensi ad una bella insalata per pranzo e mandi un messaggio a qualche altra ambasciatrice che si sente in colpa come te e vi scambiate le fotografie delle vostre insalate….. E quello che e` iniziato con qualche foto di insalate, si sta tramutando in uno scambio piu` reale e il gruppo di Ambasciatrici si tramuta anche in un modo per conoscersi dal vero, se si e` fortunate  e si vive vicine.
Cosi` capita che conosci Giulia, che hai scoperto abitare nella tua stessa citta`, hai gia` conosciuto Renata e non vedi l’ora di conoscere Nicoletta, Paola, Antonella.
Altre sono troppo lontane, ma se mai andrai nelle loro citta` le vorrai incontrare. 
Queste donne sono reali, interessanti, cuoche provette anche se molte di loro non lo fanno di professione.

Image result for le ambasciatrici del buon gusto
Il pane carasau di Stefania Pisanu

Lavorano, sono donne, sono mamme di bipedi o quadrupedi (!!!) : Maria, Stefania , Giovanna, Lorena e tutte le altre..
Lo so che ho messo su “carta virtuale” un pensiero che hanno tutte loro e ti fa piacere (ed un po’ d’invidia, ma buona..) quando vedi le foto che testimoniano i loro incontri.
Ecco quando sei li` che dovresti lavorare, vieni rapita da questi pensieri e queste visioni…..ed un post che era iniziato in un modo lamentoso, ha preso una vita tutta sua ed e` diventato un inno ad un gruppo di donne che hanno fatto del loro modo di cucinare una bandiera della italianita` nel mondo, 

Ricette dei ricordi: la torta di riso di papa`

Questa semplice torta salata per me ha il profumo di quando ero bambina. Mio papa`, che non era un cuoco di certo, la faceva sempre e mi diceva che l’aveva imparata da sua mamma, mia nonna. Non pensavo che fosse una ricetta tradizionale piemontese, invece l’ho anche trovata in un libro.
La mia versione e` quella vegetariana e velocissima che mio papa` faceva.
A mia figlia piace cosi` tanto che ogni volta che torna a casa gliela preparo. 
Spero che diventi anche per lei una tradizione da tramandare. 

Continua a leggere “Ricette dei ricordi: la torta di riso di papa`”