La convention virtuale

Quando Milwaukee vinse la sfida tra le citta` che si erano candidate ed ottenne la Convention del Partito Democratico, questa sembro` una ottima opportunita` per rivitalizzare la downtown cittadina e lo fu. Sono stati spesi milioni di dollari per lavori ed infrastrutture. Hanno costruito nuovi alberghi e, come scrivevo in questo post, gia` l’anno scorso era impossibile trovare un posto in albergo. I prezzi anche di stanze in Airbnb avevano raggiunto livelli assurdi e i ristoranti, e tra loro anche i nostri amici di Amilinda, avevano gia` prenotazioni a febbraio.

Poi il Coronavirus…..

La Convention avrebbe richiamato 50000 persone e iniettato 250 milioni di dollari nell’economia locale, invece niente. Tutto e` diventato virtuale e qui a Milwaukee non e` arrivato nessuno.

Oddio, qualcuno c’e` : qualche giornalista e alcuni oratori locali, non certo i pezzi grossi che sono a casa e stanno registrando i loro discorsi certe volte pure nelle loro cucine ( ieri sera una delle oratrici, la senatrice del Nevada e prima donna di origine “latina” eletta al senato americano, Catherine Cortez Mato, ha proprio esplicitamente fatto riferimento al fatto che molti voteranno per posta da cucine come la sua)

FOTO di The Hill

Milwaukee ha perso certamente un’occasione d’oro di farsi vedere sfavillante e bella come in effetti e` in estate. Questo perche` non e` solo mancata la Convention Democratica, ma e` mancata anche la finale della NBA, il campionato di Basketball, con i Bucks che stavano vincendo il campionato e avrebbero portato qui nello sfavillante e nuovo Fiserv Forum ( dove si sarebbe dovuta tenere pure la Convention) decine di migliaia di tifosi.

Sono mancati pure le decine di festival che in estate si susseguono praticamente ogni settimana, tra cui i due piu` importanti Summer Fest tra la fine di giugno e luglio e State Fair nella prima meta` di agosto.

Specialmente Summerfest, il festival musicale che richiama ogni anno decine di migliaia di persone e grandi artisti, porta un sacco di introiti per la citta`.

Certo Summerfest tornera` e cosi` pure State Fair, ma rimane sempre una perdita pazzesca per una citta` che i soldi per prepararsi a questi eventi li aveva gia` spesi.

Temo molto le ripercussioni di tutto questo sui cittadini e sui vari commercianti ed investitori che avevano puntato molto su questi eventi quest’anno.

Chissa` cosa succedera` a Milwaukee dopo questa batosta?

foto di Fox Business

Forse qualcosa cambiera` dopo questa convention virtuale anche al modo di fare politica negli Stati Uniti. Lo dicono tutti. Forse non si tornera` piu` indietro a tutta quella pompa, alla musica e ai confetti.

Alla fine ormai quello che era lo spirito della incoronazione del candidato che a sorpresa veniva rivelato a quel momento si e` persa da un bel po’. Da quanto tempo infatti conosciamo gia` chi sara` il candidato prescelto? Da mesi.

Allora forse non e` un bene risparmiare tutti quei soldi spesi ed usarli per qualche causa migliore?

Vedremo… alla prossima convention

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...