Tornare in Italia per un lutto

L’altro giorno avevo scritto il post sul telefono che suona di notte ed è l’incubo di ogni persona che vive lontano dalla famiglia.

Quello di cui non ho mai parlato, perchè lo davo per scontato come un’informazione che tutti conoscono, sono i passi da fare per arrivare possibilmente il più presto possibile a destinazione. Può essere che si riesca ancora ad arrivare in tempo per salutare il proprio caro, oppure, come è successo a noi, almeno una volta, per vederlo ritornare alla vita dopo il risveglio da un coma.

Anche se ormai non c’è più nulla da fare rimane comunque consolatorio essere insieme ai propri cari ed arrivare in Italia il prima possibile rimane una priorità.

Bisogna comprare un biglietto aereo e di solito non si compra con lo spirito con cui si compra un biglietto Last minute per una vacanza.

Si vuole arrivare.

I famosi biglietti last minute sono economici solo se si vuole andare in vacanza, non se devi andare ad un funerale.

Partire nel giro di poche ore è mostruosamente costoso.

Come si fa allora?

Ecco, esistono dei biglietti apposta per queste emergenze e si chiamano Bereavement tickets.

Molte compagnie aeree li riservano appunto per le emergenze che coinvolgono parenti stretti.

Esistono, basta saperlo e chiederli.

Ci sono anche delle restrizioni: per esempio la Delta, che e` la compagnia aerea che usiamo noi per viaggiare, li riserva a chi ha la tessera di “frequent flyers”.

Poco male: credo che ognuno di noi che vive all’estero abbia almeno una o piu` tessere di compagnie aeree con cui vola di solito ed e`normale che come clienti si venga trattati meglio, con dei piccoli vantaggi.

Molto spesso rimangono ancora molto costosi, perche` presi di corsa, ma aiutano perchè costano anche il 50% del costo dello stesso biglietto.

Noi appunto ne abbiamo già putroppo usufruito, e vi auguro tanto di non averne mai bisogno, ma spero che questa informazione possa servirvi.

A noi avevano fatto delle domande specifiche, sull’ospedale dove il nostro famigliare era ricoverato, quali medici lo avevano in cura ed anche chiesto il numero di telefono del reparto. preparatevi queste informazioni. Credo in ogni caso che il vostro tono di voce non possa creare dubbi sulla vostra sincerita` anche se non sapete essere precisi nelle risposte.

Non so se abbiano mai telefonato in ospedale o se le domande siano fatte per scoraggiare le truffe ( anche se truffare in queste circostanze mi lascerebbe basita), ma siamo partiti subito e con un volo molto veloce, senza fare il giro del globo.

Inoltre questi biglietti sono rimborsabili, se non usati e sono aperti con date molto flessibili sul ritorno, se serve fermarsi più a lungo in Italia.

Purtroppo sembra che ultimamente molte compagnie abbiano tolto queste tariffe, ma gli articoli che ho trovato parlano sempre di viaggi nazionali nei confini statunitensi. Lufthansa e Delta rimangono tra le compagnie aeree che li offrono e per esperienza diretta, sui viaggi internazionali. Telefonare sempre direttamente alla compagnia conviene. Se vivete da altre parti del mondo forse riuscirete a trovare informazioni piu` specifiche sui siti delle compagnie aeree che servono le vostre zone.

Rimane sempre un suggerimento valido quello di guardare se per caso un volo preso con Expedia o altri siti costi meno di quello che paghereste con questi Bereavement tickets.

Volevo farvi sapere anche di questa possibilita` , sicuramente da mettere in cima alla lista.

Un abbraccio forte a chi sta passando un brutto momento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...