USA: Perche` si vota di Martedi

 

Negli Stati Uniti si vota sempre di martedi, il giorno dopo il primo lunedi di novembre. Sembrerebbe un ossimoro, ma in realta` se il giorno precedente al primo martedi del mese fosse il 31 ottobre, le elezioni cadrebbero il martedi successivo, che in realtà sarebbe già il secondo martedi del mese.

Una lettrice del blog mi ha fatto questa domanda: “Perchè questo giorno e perchè infrasettimanale? Non sarebbe meglio votare durante un fine settimana, così non si deve prendere ferie? “

Ecco le risposte alle sue domande.

Innanzitutto il giorno di votazione è regolamentato da una legge ( agli americani piacciono le leggi, ma le seguono pure…)  del 1845.

Allora gli USA erano un paese principalmente agricolo e rurale.

Allora per andare a votare bisognava spostarsi ed andare magari in un paese vicino, ma distante qualche ora di calesse.

Il martedi era un giorno neutro: non interferiva con le celebrazioni religiose, fossero domenicali o del sabato ebraico o con il mercato settimanale che in molti luoghi era di mercoledi.

Così fu scelto quel giorno.

Nessuno ha mai cambiato quella regola.

Ed ora?

Bene, si continua a votare in quel giorno. I seggi aprono alle 7 di mattina e chiudono alle 8 di sera ( ma se sei in fila a quell’ora hai diritto a votare).

In alcuni stati  questo è un giorno di “festa pubblica”. Non da noi, dove comunque il diritto al voto e` garantito ed i  datori di lavoro sono tenuti a dare due ore di permesso retribuito per andare a votare.

Se si pensa di non essere nel proprio distretto il giorno delle votazioni o si abita lontani da dove si è registrati al voto, allora si puo` ricorrere all’early voting o all’absentee ballot.

L’early voting è di persona e viene fatto , qui in Wisconsin, dal 24 settembre al 4 novembre.

L’absentee ballot deve essere richiesto dal cittadino riempendo un modulo, all’accettazione della richiesta si può votare. Il ballot viene spedito per posta e deve arrivare entro oggi.

Ecco ora sapete tutto su come funziona il voto in USA.

Ah aspettate!

Ora potete venire a votare con me.

Come funziona quando si arriva al seggio?

La prima volta ci si deve registrare portando una prova di identità e dimostrare che si vive nel distretto ( una bolletta va benissimo), le volte successive si entra si va al tavolo dove si dice il proprio nome ed indirizzo, si firma che si è votato e si riceve questo enorme tesserone dove con un pennarello nero si mettono dei punti sulle caselle dei candidati, poi si infila il tutto in un lettore che scannerizza i voti. Tutto qui.

All’uscita i volontari danno i famosi adesivi con scritto I voted!

Non c’è un grande controllo di identità: ci si domanda quanti vadano a votare per il nonno morto da vent’anni….o per il vicino di casa…. speriamo bene: ora vogliono rendere obbligatoria almeno la presentazione della patente.  Vediamo se sarà vero!

Ciao vado a votare!!!

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...