Cosa abbiamo fatto di male?

 

davanti a casaIeri abbiamo cambiato l’ora. Lo facciamo sempre prima dell’Italia in primavera e dopo in autunno. In Italia, mi hanno detto, succederà fra due settimane. Le giornate, allungate di un’ora, e quindi con luce fino a tardi, sono una promessa di primavera. Così pensavo.

Ieri  qui c’era anche un bel sole. Non faceva neanche freddo, per gli standard a cui siamo abituati.  Era una di quelle domeniche tranquille in cui non c’era niente da fare, anche perchè mio marito stava trascorrendo il fine settimana in ufficio per completare del lavoro arretrato.

Al mattino ho cazzeggiato  lavorato un po’ al computer, ho parlato con mia figlia su Whatsapp dall’altra parte del mondo, ho fatto due o tre cose in casa, poi sono uscita in giardino.

Con gioia e sorpresa ho visto che erano spuntati nelle aiuole i primi germogli teneri, teneri dei tulipani e degli altri bulbi, allora mi sono munita di spray anti-animali e li ho innaffiati a dovere con quel liquido dall’odore disgustoso. Infatti è specialmente in questo periodo che gli animali del bosco, affamati, arrivano a fare danni ai giardini.

Verso sera sono andata in palestra e tornando c’era ancora un bellissimo tramonto dorato.

Niente poteva far presagire che da lì a due ore sarebbe cominciato a nevicare.

Eppure lo avevano detto che sarebbe nevicato, solo che non volevo crederci. Fra una settimana sarà primavera, non può nevicare.

Nelle settimane scorse avevamo già avuto giorni caldi, in cui andare in giro in mezze maniche. Avevo anche dovuto fare un mezzo cambio di stagione, per non sciogliermi dentro maglioni di lana. Ora allineanti nell’armadio ho un po’ di tutto:dalle magliette di cotone e gonnelline leggere, ai maglioni di lana ed imbottiti. Va bene, sono normali qui gli sbalzi di temperatura, ci siamo abituati, sia in primavera che in autunno. Basta che arrivi l’aria del golfo ( del Messico…vero, il Messico è lontano, ma le sue correnti calde sono potenti) e fa caldo, ma basta che arrivi l’aria fredda dall’Artico( che oggi mi sembra particolarmente vicino) che si gela! Ma nevicare????

Specialmente non può nevicare così dopo un inverno così mite e privo di neve, dopo che, per la prima volta da quando vivo qui, non c’è traccia di neve non solo sui prati, ma neanche nei posteggi, dove viene accumulata la neve quando essi vengono liberati . I cumuli di neve nei posteggi sono quelli che si sciolgono  dopo tutto il resto e di solito non prima di Pasqua.

Avevano ragione però:infallibili, quasi sempre nelle loro previsioni, i metereologi avevano detto che alle 21 sarebbe nevicato ed è da ieri alle ventuno che nevica. Non solo nevica,ma siamo sotto Winter Weather Advisory ( cioe` siamo in semi-emergenza neve).Capture 2

Alcuni qui hanno gufato parecchio sperando in una bella nevicata e ci sono riusciti. Non so come facciano i wisconsiniani ad amare così   tanto la neve, in città  poi, dove diventa sporca  in pochissimo tempo e dove io vedo solo aspetti negativi.

E dopo dodici ore ininterrotte di neve, lasciatemi dire, la situazione è già abbastanza deprimente.

E continua. E continuerà fino a domani a mezzogiorno, dicono.

L’idea di prendere la macchina per andare a lavorare e guidare nella neve, su strade sporche, mi innervosisce a dire poco. Ma lo farò. Devo farlo, anche se è  uno di quei giorni in cui mi nasconderei sotto le coperte.

È uno di quei giorni in cui la nostalgia dell’Italia si fa sentire, specialmente quando gli amici mettono su Facebook o Instagram foto di rami fioriti e promesse di primavera.

Io, che ero così contenta di vedere quei piccoli germogli, ora dovrò aspettare di nuovo un po’ anche solo per poterli rivedere.

Stasera sarà giorno fino alle diciannove, ma sarà giorno su una distesa bianca.

Ed è pure lunedi: cosa abbiamo fatto di male?

Annunci

6 pensieri su “Cosa abbiamo fatto di male?

  1. Alba

    Ciao Claudia! Sono una new entry. Ho scoperto il tuo sito per caso e mi piace un sacco. Ho appena letto il ” tuo sfogo” e mi hai fatto sorridere. Però ti capisco sai. Non immagini quanto. Nonostante qui di neve non se ne sia vista molta quest’anno ( abito nella provincia di Torino ) a dire il vero pochissima, mai come quest’anno ho trovato lungooooo l’inverno ( sarà che sto’ invecchiando… ) e cominciare a sentire nell’aria l’arrivo della primavera, scalda il cuore! Quindi, tieni duro, prestissimo rivedrai i tuoi germogli e saranno ancora più belli dei primi. Ciao

    Liked by 1 persona

  2. Che roba! Ho un cugino a Philly e mi ha detto che c’erano state gironate di primavera bellissime. e va bhe, che ci puoi fare? qui a Milano non ne è venuto nemmeno un fiocco quest’anno. Che tristezza!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...