Ikea: un posto sicuro per ogni expat

Image result for ikea
Notizia fresca- fresca di ieri: a Milwaukee aprira` IKEA.
Se era vostra intenzione trasferirvi da queste parti, ma tentennavate perche` non c’era IKEA allora non potrete piu` avere questa scusa.
Perche` ne parlo? Perche` parlo dell’apertura di Ikea e non per esempio dell’apertura di un altro negozio? Ne parlo perche` Ikea rappresenta per ogni italiano espatriato una sicurezza che qualche mobile nella nuova casetta al di la` dell’oceano ci sara`.

E` stato cosi` per me quando mi sono trasferita a Pittsburgh 21 anni fa.
Quando l’anno prima ero stata a vedere dove sarei finita e avevo visto che Ikea c’era, avevo tirato un sospiro di sollievo.
Per carita` alcuni mi potrebbero dire che Ikea produce mobili di cartone e non di qualita`. Certo se li paragoniamo ai mobili di grandi firme sia italiane che non, potrei anche darvi ragione. Ma io in casa ho mobili Ikea comprati a Pittsburgh appena arrivati che sono sopravvissuti a traslochi e vari rimontaggi e ancora fanno il loro dovere.
Poi Ikea non e` solo mobili e` accessori, lampade, lenzuola, asciugamani, cose per bambini: insomma Ikea e` un posto in cui perdersi.
Ma che ve lo sto a dire? lo sapevate gia`.
Per me l’Ikea di Pittsburgh era diventata un posto sicuro in cui trovavo qualcosa che conoscevo gia`. Ci andavo troppo spesso. Era molto vicina a dove abitavo il primo anno della mia permanenza negli USA e ci andavo per tutto, da quando avevo bisogno di un apriscatola a quando avevo bisogno di asciugamani. Ci andavo cosi` spesso che ero diventata amica delle cassiere, con cui facevo grandi discorsi nel mio inglese stentato. Io parlavo, loro sorridevano…chissa` che castronerie dicevo!
Trasferiti a Milwaukee, sono 15 anni che sopravviviamo con  Ikea ad un’ora e mezza di strada a Chicago. Rimane comunque il luogo dove abbiamo comprato i letti di Francesca che cresceva, incluso quello della sua prima casetta lontano da casa, molte lampade, e tante altre cose che non troviamo in altri negozi.
Negli anni di shopping americano ho fatto molte scoperte. Probabilmente ora conosco di piu` i negozi americani di quelli italiani.  Ne avevo gia` parlato in questo post sui negozi americani di cui non posso fare a meno
post che rimane valido e che vi invito a leggere se arrivate negli USA, pero` per i costi e lo stile europeo, Ikea rimane imbattibile.
Allora vediamo insieme per sommi capi dove Ikea rimane imbattibile secondo me.
1) I LETTI. I letti americani non hanno le doghe su cui poggiare il materasso. si dorme su un doppio materasso. Quello inferiore su chiama  box  spring ed e` una “scatola con 4 piedi su cui viene appoggiato il materasso vero e proprio. Questo doppio materasso fa si` che i letti americani siano molto piu` alti da terra di quelli europei, infatti tutti gli americani che sono venuti a casa mia e hanno visto la mia casa si sono stupiti di quanto basso sia il mio letto ( che e`di marca italiana).
Al box spring puo` essere attaccata la testiera del letto, ma anche no. Molti americani non ce l’hanno. Bisogna comunque comprare sia il box spring che il materasso, i letti a doghe io non li ho mai visti. I letti Ikea hanno le doghe. Detto questo, il mio consiglio e di guardarsi in giro per i materassi, perche` all’Ikea non li regalano. Aspettatevi comunque di pagare bei soldoni per i materassi, che qui costano molto di piu` che non in Italia, pero` avendo qui la cultura del sonno, tra bed toppers e varie aggiunte i materassi diventano sofficissimi e le ronfate garantite. PS: i materassi americani sono pesantissimi, e molto piu` spessi di quelli italiani, solitamente sono fatti in  modo che non possono essere girati, sia per il peso sia per il fatto che molto spesso hanno una parte piu` morbida sopra, che non e` presente dalla parte opposta.
2) I DIVANI. Per i costi e la praticita`. Qui i divani costano un botto. Ce ne sono anche di belli, a cercarli. Specialmente negli ultimi anni il mercato e` evoluto parecchio e se ne trovano di belli anche nei negozi di mobili americani, ma….solitamente non sono sfoderabili. I divani Ikea, come quelli italiani , lo sono. Fatto che salva la vita specialmente quandi si hanno bambini.
3) LE LAMPADE e l’illuminazione in genere. Ikea vince..continua a vincere nonostante tutti gli anni di mia permanenza negli USA. Non ho ancora trovato alternative. Chiunque di voi sia entrato in una casa “tipica” americana sa di cosa parlo. I lampadari sono ORRENDI. Impazza l’ottone. L’illuminazione ( escluse le lampade da tavolo naturalmente) rimane con la casa quando viene venduta..il gusto rimane molto kitch per noi europei. Ikea offre design semplici, linee moderne o tradizionali, ma comunque con carattere. Poi se volete lampade che illuminino l’ambiente, anche li` Ikea non ha alternative. Agli americani piace molto la luce soffusa, cosi` trovare lampade da terra che offrano un’illuminazione generale dell’ ambiente diventa impossibile.
4) LE SCATOLE per organizzare e mettere via le cose, gli appendini etc etc etc. Nonostante esista anche un negozio che si chiama Container store, Ikea rimane imbattibile per i prezzi e anche il design.
Queste sono le mie top 4. Le cose in cui l’Ikea rimane imbattibile. Probabilmente ce ne sono altre, anzi sicuramente. Solo che avendola ad un’ora e mezza di molte ho imparato a fare senza e ad andare in altri negozi che negli anni ho scoperto, tipo Homegoods.  Quando sara` qui vicino allora mi sa che tornero` ad andare all’Ikea prima di andare in qualsiasi altro negozio.
Ieri al mio entusiasmo alla notizia che fra un po’ Ikea sara` a portata di mano, un amico ( D. C.) ha commentato sulla mia pagina FB e mai parole furono piu` veritiere; Ikea arrivo!
Veramente è la fine degli uomini di Milwaukee e dintorni!!
Coraggio, ragazzi.
Coraggio…
Avete tutta la mia solidarietà.
Ah, vi dico come andrà a finire: che ad un certo punto proverete soddisfazione ad andarci! Sì, voi.
Ed è il segnale che avranno vinto loro.
Lei e l’Ikea. Anzi, Aikia! 
Annunci

6 pensieri su “Ikea: un posto sicuro per ogni expat

  1. Io ho trovato un letto con doghe da wayfair, ma credo fosse un esemplare unico! 🙂 Avendo Ikea lontano, alla fine per le lampade in genere vado da Target, ce ne sono che mi piacciono ma forse perche' hanno una linea che e' molto simil-Ikea 🙂

    Mi piace

  2. Anonimo

    Io segnalo anche cose come i cuscini con la memory foam (ergonomici?) che almeno da quanto ho visto costano molto meno da Ikea ($8-10) che in altri posti ($25-50). Una menzione poi per i bicchieri da cucina: ne hanno di dimensioni umane (non bicchieri grandi come lattine che sembrano andare di moda qui).
    ed

    Mi piace

  3. Anche noi quando ci siamo trasferiti a Princeton eravamo felici di trovare l'Ikea di Newark, per lo meno i divani avevano dimensioni adatte ai nostri sederi (per lo meno prima della cura di Krispy Kreme…). Nei negozi di mobili americani ci sembrava di essere nella casa di Gulliver! Abbiamo trovato l'Ikea in quasi tutte le destinazioni in cui abbiamo abitato, e a volte, specialmente quando ci andavo poco dopo un trasloco, ritrovandomi nei corridoi quasi identici dappertutto, per un attimo mi dimenticavo in che paese ero!

    Mi piace

  4. ahaha mi hai fatto morire con la dieta a base di KrispyKreme!!! infatti e` cosi` anche per me..vai in ogni Ikea del mondo e sono tutte uguali, meno una delle due a Chicago, che e` stata fatta circolare e du tre piani. E` un gran pasticcio e non ci trovo mai niente quando vado. Mi spiego meglio: quando vai all'Ikea il negozio e` sempre su due piani: piano superiore esposizione, piano inferiore market e poi in fondo il magazzino con gli scaffali dove prendere le cose grandi. All'Ikea di Chicago no. Due Piani di esposizione e market insieme. per esempio dove vedi i letti poi trovi subito li` le lenzuola da comprare ed i cuscini etc etc. il piano piu` basso ha il magazzino, ma ancora del market per le cose stagionali, le piante ed i tappeti. dopo 15 anni faccio ancora fatica a comprare. L'anno scorso sono andata all'altra Ikea di Chicago, strutturata nel modo tradizionale, e mi sembrava di essere a casa!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...