Quando nevica a NY

focusitaly.net

Quando nevica a New York  le cose si fanno serie.
Sembra che la nevicata di oggi che coinvolgera` la costa Est degli USA sara` da record.
Le immagini che la CNN ci fa vedere sono gia` emblematiche di cio` che e` stato, ma sembra che la cosa non sia finita qui e che New York, Baltimora e Washington, che sono le citta` coinvolte di maggiori dimensioni, saranno sepolte piu` da 30 inches di neve..cioe` quasi un metro.
A questo si aggiunge il vento a 80 miglia orarie: un vento che porta via e crea onde molto alte con rischio di inondazioni sulle coste, dove Baltimora e NY si trovano.
Insomma una nevicata epocale, che riempie i telegiornali di oggi, anche li` in Italia.
Anche l’anno scorso e ogni anno una nevicatona arriva anche li`, dove generalmente il clima e` meno inclemente che dalle parti del WI dove vivo io , dove si` e` freddo, ma incredibilmente le nevicate sono meno epiche e raramente superano il limite dei telegiornali regionali.
Sono pero` le misure estreme che il sindaco di NY ha preso ( De Blasio) , insieme al governatore dello stato di NY ( Cuomo) che mi stanno facendo scrivere questo post.
Misure che non ho mai visto prendere prima e che, mentre le ascoltavo in TV mi hanno fatto rimanere a bocca aperta.
New York e` ferma: tutto e` fermo e tutto e` chiuso.
La citta` che vive 24 ore su ventiquattro si e` addormentata, o piu` correttamente le e` stato dato un sonnifero potente.
Non ci sono ristoranti, negozi aperti, ne` spettacoli a Broadway, non ci sono bus, ne` treni, ne` metropolitana ne` men che mai aerei: a tutti e` stata ordinata la chiusura e che tutti i dipendenti tornino a casa immediatamente.
D’altra parte 8 persone sono gia` morte. Vogliono evitare che ci siano persone in giro con macchine bloccate in mezzo alle strade, che impediscono ai servizi di emergenza di salvare vite.
Alle 11 di questa mattina dagli schermi di ogni TV e` stato dato l’annuncio, che ogni persona che fosse stata trovata a guidare per le strade di NY dopo le 14:30 di oggi pomeriggio, sarebbe stata arrestata, si avete letto bene: ARRESTATA.
La citta` e` stata messa sotto coprifuoco.
Non male per una nevicata.
 Secondo voi…in Italia sarebbe possibile?

Annunci

4 pensieri su “Quando nevica a NY

  1. Senza parole…
    Ricordo quando ci fu l'uragano Irene.
    Ero a New York e la via della casa che affittai (edificio primi del '900, scala di legno, senza ascensore) era attraversata dalla linea che separava la zona “rossa” (sgombero assoluto) con quella “arancione” (sgombero consigliato).
    Anche se ero dal lato “arancione” preferii andare a dormire in un moderno albergo con generatore di corrente.
    Mi sentivo rilassatissimo e al sicuro…
    Mi svegliai la notte, dal frastuono provocato da quello che sbatteva contro i doppi vetri della finestra.
    Era pazzesco: non si vedeva niente. Solo acqua, foglie, rami d'albero: ed ero al 40° piano.
    Scesi giù eccitato come un bambino(cretino) e la hall era piena di gente. Arrivai all'uscita e mi trovai di fronte un gigantesco marine che mi chiese che diavolo volessi fare, che c'era il coprifuoco, che era vietato circolare per strada a piedi o con mezzi a motore.
    Per un istante esitai (nel senso che per un istante non tornai indietro…), ma bastò vedere quel gigante da 100 chili e due metri e passa d'altezza mettere la mano destra sulla pistola e quella sinistra su mazzo di laccetti di plastica che, non so come, capii all'istante che sarei dovuto tornare in camera…
    Al che il gigante (buono) mi diede una pacca sulla spalla mi disse di dormire anche per lui…
    🙂

    Posso ricordare quello che accadde a Genova quando venne lanciato l'allarme “2”? (Nemmeno noi giornalisti siamo riusciti a capire cosa diavolo voglia dire IN PRATICA, e che differenza ci fosse con l'allarme 3… Alla Protezione Civile non hanno saputo spiegarcelo…).
    Successe che quel giorno da allarme “2” c'erano scuole aperte e il solito traffico.
    E infatti morirono persone che si trovarono per strada.
    Ho ancora in mente le immagini di una mamma che andò a prendere a scuola la figlia IN MOTORINO.
    Trovarono lei, la figlia e il motorino, al fondo di una tromba delle scale di un palazzo davanti al quale stavano passando.
    L'improvvisa furia dell'acqua trascinò tutto lì, sfondando il portone.
    Sopra ai loro corpi, tre metri d'acqua e materiali di ogni tipo.
    Ecco cosa succede in Italia.
    Ecco.

    d.

    Mi piace

  2. Hai ragione! Agli occhi di chi vuole sempre criticare gli USA ( e detrattori ce ne sono a bizzeffe) sembrerebbe un' esagerazione, un'americanata ( parola che usa una lettrice sulla mia pagina FB: Beh, sembrerebbe la solita americanata, ma in realtà serve a tutelare le persone stesse e i soccorritori che dovrebbero intervenire per salvare gli idioti di turno.), invece e` una costante preparazione agli eventi naturali ( e non) che inizia gia` dall'infanzia e tramite le scuole crea una popolazione rispettosa delle leggi e pronta ad affrontare quello che qui la natura ( e purtroppo anche gli uomini) costantemente propone. La prossima settimana tocca a noi in WI avere una grande nevicata…speriamo bene!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...