E` Autunno: visitiamo i parchi

Due giorni fa sono andata a camminare in un bellissimo parco statale con due amiche. Questi sono i piccoli vantaggi del lavorare da casa e del crearsi gli orari a proprio piacimento. Fino all’anno scorso dovevo aspettare il fine settimana per poter fare qualcosa e regolarmente pioveva in quei 2 giorni: ora mi godo questa liberta` da ufficio e traffico e finche` non fara` un freddo terribile e dovro` mio malgrado ritanarmi in palestra per poter fare un po’ di movimento, cerco di stare all’aperto.
Oltre a darmi al giardinaggio, nel vero senso della parola, mai avuto un giardino cosi` perfetto e privo di erbacce, ed aver coltivato l’orticello ( quello con poco successo: non provero`  mai piu` a coltivare pomodori, che quei pochi che sono maturati se li sono mangiati i cervi,  invece non e` andata male con gli zucchini, ma non mi ricordavo che le piante diventassero cosi` grandi e lo spazio che gli avevo lasciato era troppo piccolo, mannaggia!troppi errori ), vado appunto a camminare e finalmente mi posso rendere conto di quanto bello sia l’autunno qui.
Giovedi` notte c’e` stata la prima gelata dell’anno.
Ci avevano preparati da alcuni giorni: e` che quest’anno e` stato un po’ difficile credere che dai 25 gradi di domenica e le sudate fatte in giardino anche lunedi` scorso,si sarebbe passati senza molti preamboli ad una decisa gelata notturna. Perche` di solito qui l’autunno si preannuncia a poco a poco: le prime avvisaglie sono la brina mattutina..solo dopo arrivano le gelate. Invece quest’anno non c’e` stata neanche una brinata, ma la prima gelata e` stata brutale. Sapendolo ( grazie ai meterologi che qui ci dicono tutto )  giovedi` ho raccolto gli ultimi zucchini e ho salutato le piante ringraziandole, la mattina dopo erano tutte morte.
Venerdi` mattina era anche la mattina designata alla camminata. Ho tirato fuori dall’armadio cappello, guanti e piumino leggero visto che il termometro diceva ancora 2-3 gradi sopra lo zero alle dieci di mattina. Sotto felpina di pile e pure pantaloni di pile, scarpe da trekking e calze di lana. E sono andata ad incontrare le mie amiche al parco.
Questo e` un parco statale del WI e copre una discreta distesa di foresta in una zona morenica il Kettle Moraine.
Negli USA ci sono tre tipi di parchi: quelli nazionali, quelli statali e quelli della contea.
Quelli nazionali sono quelli famosi, per cui vengono visitatori da ogni parte del mondo, quelli che ti fanno capire come la natura qui sia incredibilmente imponente e anche rispettata. Volete qualche nome? Yellostone, Yosemite, Gran Canyon, eccetera eccetera. Ce ne sono anche di meno famosi, tipo quello delle Apostle Islands National lakeshore nel lago Superiore, ma sono comunque i piu` importanti ed estesi.
Per quelli statali non si vengono a visitare gli USA, nessuno vi dira`:”Sapessi sono andato negli USA per visitare il Kettle Moraine state park”, ma per chi ci vive sono una destinazione vicina per una giornata od un fine settimana e di quelli anche il Wisconsin e` molto ricco.
Infine ci sono i parchi delle contee. Ogni contea ha un sistema di parchi: Milwaukee , Waukesha ( dove vivo io-la contea adiacente a quella di Milwaukee), ecc ecc. che vanno dal parco con i giochi per i bimbi e la superficie limitata di una piazza, ai parchi piu` grandi, che arrivano anche loro a raggiungere discrete dimensioni. La suddivisione in categorie permette di mantenere bene i parchi, dove non c’e` MAI neanche un pezzo di carta per terra. Certe volte si deve pagare un ingresso e se si e` sportivi meglio fare una tessera annuale che permette ingressi illimitati, certe volte invece sono gratis. Di solito se si deve pagare l’ingresso e` perche` ci sono dei servizi ( per esempio bagnini in estate per le spiagge).
Al Lapham Park abbiamo pagato ” il posto macchina”,  cosi` e` per moltissimi parchi e se ci pensate e` giusto.  Meno macchine, meno inquinamento.
Era un venerdi` ed il posteggio era pieno, sia di auto che di scuolabus. I parchi vengono usati molto dalle scuole per fare ricerche e camminate nella natura. Si instilla nei bimbi l’amore ed il rispetto per le piante e gli animali.
Di gente ne abbiamo incontrata, nonostante noi ci siamo avventurate nel profondo del parco e di tutte le eta`, anche genitori con bimbi piccoli. Se guardate la cartina del parco vedrete che i sentieri sono di molti generi , dai piu` facili e piatti ai piu` impervi. Beh non immaginatevi la scalata del monte Bianco…sono colline!!! Mi ha fatto  ridere che sui sentieri hanno dato il nome alle salite: Killer Hill, Ashma Hill… non sono ne` morta, ne` la salita mi ha fatto venire un attacco d’asma..e non sono in grande forma…
I parchi non chiudono mai: in questo si puo` fare sci di fondo o camminare con le ciaspole in inverno perche` molti dei sentieri vengono battuti e mantenuti aperti. Belli veramente.
Come vedete dalla mia foto, i colori non ci sono ancora. Ritorneremo di nuovo questa settimana per un’altra camminata e la speranza di vedere i rossi, i gialli e gli arancioni che caratterizzano l’autunno di qui.
Intanto tornando a casa ho fotografato l’acero che ho in giardino, prima che le foglie lo abbandonino.
La volete sapere una cosa? Nonostante il freddo che avevano preventivato per la giornata, in realta` si stava benissimo e tutti gli strati di vestiario che mi ero messa addosso, mi hanno dato solo fastidio. Tolti guanti e cappello, aperto piumino, che comunque ho dovuto tenere addosso perche` dove me lo mettevo?, ho fatto una sudata bestiale ( magari e` stata la Killer Hill!) e alla sera avevo un inizio di mal di gola. Essendo Italiana..il “colpo d’aria” ha colpito anche qui!

Annunci

6 pensieri su “E` Autunno: visitiamo i parchi

  1. Meraviglioso Claudia…mi rivedo un sacco. Vado a camminare spesso anche io, con la natura dietro casa non si puo' fare altrimenti!
    Anche io in giardino ho preparato un piccolo orto la scorsa primavera…ho piantato le zucchine. Ne ho raccolte tre a fine luglio…mio padre, con il suo bell'orto in Italia, ne ha raccolte centinaia. Non vale! Il prossimo anno, fiori! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...