L’universita` americana

college-americano
http://www.studioallestero.com

Ho una figlia all’universita` e all’universita` ci insegno . Questo fa di me un’esperta? No, assolutamente, ma voglio rispondere a due o tre domande che mi vengono regolamente fatte da familiari e amici italiani.
 Tua figlia…
1) Ha gia` dato degli esami?
2) ( in estate..) Ma non studia?
3) Si laurea in francese: vuole insegnare a scuola?
La risposta e` si`, no, no..e se volete la finisco qui, ma non siete cosi` fortunati..allora vi racconto, cerco di raccontarvi, come funziona l’universita` negli USA, ma visto che i miei ricordi universitari italiani sono di un secolo fa, e non ne so niente da dopo la riforma, mi astengo dal fare paragoni con il sistema italiano. Aspetto pero` con trepidante attesa i vostri commenti.
Qualche anno fa avevo scritto una serie di post sull’educazione nelle scuole americane cercando di srotolare la matassa delle domande che molti expat si fanno, quando arrivano qui negli USA con figli da mandare a scuola. Nell’ultimo avevo parlato dell’accettazione alle universita` dove si era fatta domanda e del problema dei soldi e del costo dell’educazione. 
Qui invece voglio solo parlare di curriculum scolastico e rispondere alle domande che vi fate, e che, se non vivete qui, fate anche a me.
Il curriculum universitario USA si distingue innanzitutto in due livelli: 

  • undergraduate
  • graduate

Il livello undergraduate dura 4 anni Freshman ( il primo), Sophomore( il secondo) , Junior( il terzo), Senior ( il quarto) e alla fine si ottiene un “bachelor degree”. 
Dopo se si vuole si possono continuare gli studi andando alle graduate school, dove  si possono seguire Master specifici oppure ottenere il Dottorato di ricerca.
Comincio a considerare il livello undergraduate che e` quello con cui ho a che fare direttamente.
Le universita` sono suddivise innanzitutto in grandi college o dipartimenti. Ecco ad esempio quelli in cui e` suddivisa l’universita` di mia figlia, che e` una universita` di grandi dimensioni, dove si puo` trovare praticamente di tutto.

Alcuni di questi dipartimenti hanno solo dei corsi per graduate school ( per esempio la scuola di medicina, quella di farmacia, quella di legge), tutti gli altri college hanno all’interno sia i corsi undergraduate che graduate. La scuola di continuing studies e` come la “universita` della terza eta`”. Non da` crediti.

L’universita` dove insegnavo io fino a qualche mese fa ha meno college: 5 per essere precisi, ma piu` generici.

  • College of arts and science
  • college of education
  • College of health sciences
  • college of engineering
  • college of Nursing
Ma sono questi i corsi di laurea? No. questi sono i grandi dipartimenti in cui le universita` sono divise, poi al loro interno ci saranno gli specifici corsi di laurea.
Perche` questo spiegone? Perche` alla fine quello che serve decidere all’entrata dell’universita` e` solo un’idea su quello che si vuole fare nel futuro per potere finire sotto un determinato college. Non si devono dichiarare i propri intenti fino all’anno successivo e poi ancora..non tutti lo fanno, ma a quel punto il non decidere si riflette sui tempi che lo studente impieghera` a finire i 4 anni di Undergraduate. Si arriva all’universita` come ” indeciso”, si` veramente:” undecised ” !
Poiche` per laurearsi ci vogliono circa 120 crediti, ma di solito per un major, che e` il corso di studi prescelto, ce ne vogliono di solito 30-35, c’e` tempo sia per decidere sia per cambiare.
E tutti gli altri crediti?
Possono andare in un altro Major, o in un minor o certificato, o essere coperti da qualsiasi corso che interessi fare, dopo che si sono finiti i corsi obbligatori per tutti.
Ci sono infatti certi crediti che devono venire da determinate materie, come Matematica, Inglese, Scienze che tutti devono fare, anche se, anche li`, la differenza tra i corsi che soddisfano i criteri in un certo ambito sono enormi. Un esempio? Per soddisfare i crediti di matematica, nell’universita` di mia figlia dopo i soliti corsi di matematica analitica, si possono scegliere corsi di logica o filosofia, perche` tutti ricadono sotto il piu` generico ” pensiero analitico”. Per scienza si puo` scegliere tra la biologia e l’antropologia o la botanica..insomma come vedete le scelte sono infinite. Uno studente si puo` laureare con un major, ma dopo aver fatto corsi completamente diversi , per la maggior parte, da un altro studente con lo stesso major.
Vi sto perdendo per strada? Probabilmente..ci ho impiegato anni a capire alcune cose e magari riusciro` a scrivere comunque castronerie.
Cerco allora di scendere ad un livello piu` personale: mia figlia.
Mia figlia e` arrivata all’universita` con gia` parecchi crediti che le arrivavano dai corsi AP della scuola superiore. Se non vi ricordate piu` cosa sono i corsi AP ritornate ai post sulla scuola. Ora: alcune universita` non accettano i crediti AP, che arrivano dal superamento di esami statali e con un voto alto, ma vogliono comunque che uno studente i corsi AP li abbia fatti e superati con un bel voto per accettare uno studente alla propria universita`. Se l’universita` accetta i crediti AP, quelli di solito vanno nel calderone degli ELECTIVE, cioe` delle materie volontarie e non nei major, ma possono servire ad arrivare ad un livello di corso tale che il primo corso seguito all’universita` conta gia` per il proprio major. Faccio un esempio pratico: se uno studente vuole laurearsi in lingue straniere di solito i primi livelli, in cui impara la lingua a livello elementare non valgono nel conto dei 30-35 crediti necessari al suo corso di laurea. I corsi di livello 1 per esempio, non valgono per il major, ma solo superandoli o con corsi fatti all’universita` o avendo superato l’esame AP alle superiori, si possono cominciare ad accumulare crediti validi per il major. Mia figlia con i corsi di Francese superati alle superiori, e` passata direttamente a corsi insegnati IN francese e validi per il suo corso di laurea( livello 3).
Per inglese, non avendo lei scelto di laurearsi in Inglese, i crediti obbligatori che le erano richiesti li aveva gia` superati anche quelli con i corsi AP del liceo e di corsi di Inglese non deve farne piu`.
Quando lei e` entrata all’universita` ha iniziato pensando, ma non dichiarando, di fare Biologia. Se mi avete letto l’anno scorso avete visto come, dopo un mese, gia` avesse capito ( e mamma e papa` lo avevano gia` detto, ma…diciamo che erano stati zittiti alcuni mesi prima..quando diventare medico sembra fosse per lei l’unico lavoro sulla terra) che quella non era la sua strada.
Biologia, Lingue straniere, storia e molte altre lauree sono tutte sotto il dipartimento di Arts, che e` sempre il piu` grande in tutte le universita` quindi cambiare strada nello stesso dipartimento, dove ognuna di quelle lauree ha lo stesso tipo di esami obbligatori, e` stato semplice.
Non ha perso nessuno dei corsi fatti nel primo semestre, che sono andati a coprire crediti generici necessari a laurearsi.
Nel momento in cui ha “dichiarato” il suo major, le e` stato affidato un “advisor” cioe` un professore del suo corso di laurea che l’aiuti a decidere i corsi da fare per completare il suo curriculum. Lei ha deciso di laurearsi con un doppio major: Francese e Storia dell’arte.
Pensando che ci vogliono 120 crediti per laurearsi, durante ogni semestre uno studente deve superare corsi che assommino almeno 15 crediti, che e` un numero medio di crediti poiche` ogni studente,  deve avere da un minimo di 12 ( per essere considerato uno studente a tempo pieno) ad un massimo di 18 crediti.
Ogni corso universitario vale un certo numero di crediti, che nella mia universita` si basa sul numero di ore settimanali di corso: 1 volta la settimana, 1 credito, fino a corsi con 5 crediti, che si devono frequentare 5 ore a settimana.
I corsi universitari americani hanno infatti la frequenza, specialmente se si e` in universita` piccole . Certo all’inizio, nei corsi che tutti fanno e di cui tutti hanno bisogno, quelli che vengono chiamati “weed out courses”, nome brutale che significa che “eliminano le erbacce” cioe`i ragazzi che non riusciranno a proseguire, e dove ci sono magari 500 studenti, la frequenza e` un’utopia, ma anche in quelli ci sono laboratori o gruppi di studio con 20-25 ragazzi ognuno ed in quelli c’e` la frequenza.

Per il resto questi corsi assomigliano di piu` ad una scuola superiore che non a quella che mi ricordo essere l’universita` italiana.  Ci sono esami regolarmente distribuiti durante il semestre, e alla fine del semestre e per superare il corso, si deve dare l’esame finale nel corso. Gli esami sono tutti la settimana dopo la fine delle lezioni. Se si sono seguiti 4 corsi si daranno 4 esami. Se non si supera l’esame, e non si arriva almeno ad una D nel corso, si deve rifare tutto. NON solo l’esame, tutto il corso.
Il computo dei voti segue esattamente le stesse regole di quello delle superiori. Anche all’universita` viene calcolato il GPA, il cui massimo voto e` 4.
I voti sono sempre in ordine decrescente A B C D F. Le A migliorano il GPA, le B lo lasciano invariato, le C e D nei corsi lo peggiorano, con le F non si supera il corso.
Ecco La risposta alla prime due domande che mi vengono fatte dagli amici italiani. Ha dato esami? Certo ! Per finire il corso deve avere superato l’esame.
Ma non deve dare esami durante l’estate e non studia? No, se non segue corsi durante la sessione estiva, come quelli che insegno io online, non deve studiare perche` non sta frequentando.
Chi frequenta le sessioni estive? Studenti che non riescono a superare corsi durante l’anno accademico, ma non vogliono perdere tempo, studenti  che vogliono seguire corsi non necessari per il loro major, ma hanno bisogno di quei determinati crediti, studenti che si vogliono laureare piu` in fretta.
Se non si supera un corso comunque quei crediti si sono pagati e per seguire nuovamente un corso si deve pagare di nuovo.
Se non si riescono a finire tutti i corsi nei 4 anni, per qualsiasi motivo,poiche` ci sono anche studenti che si prendono un anno sabbatico, o che devono lavorare per un po’ di tempo per poter pagarsi l’universita`, si diventa supersenior.
Per l’ultima domanda:
Insegnera` Francese a scuola? No, non potra`…vedremo il perche` la prossima volta!


 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...