Ma perche` non vado piu` spesso in centro a Milwaukee?

Ieri sera siamo andati in centro.
Wow, direte voi, che evento! Ce lo devi raccontare in un post?
Ebbene si`, perche` se vivete negli USA, e` piu` facile che viviate in un sobborgo piuttosto che in centro citta`.
Per carita` ci sono persone che vivono in centro, specialmente se sono giovani, non hanno figli o li hanno in eta` prescolare e, se sono expat, probabilmente torneranno a vivere nei loro paesi d’origine oppure verranno trasferiti, quindi la loro permanenza statunitense non e` a tempo illimitato.
Ho gia` detto in diversi post del blog come le scuole nel distretto scolastico di Milwaukee non siano le migliori: se uno puo` e ha figli che vanno a scuola, a quel punto si trasferisce fuori ed e` un peccato perche` cosi` e` difficile far sviluppare il centro.
 Le cose stanno lentamente cambiando qui ed il centro citta` sta subendo cambiamenti veloci: negli ultimi 15 anni Milwaukee e` cambiata molto ed in meglio.
Purtroppo ci sono ancora luoghi che non riescono a sopravvivere: ad esempio un bellissimo centro commerciale in centro chiamato Grand Avenue Mall, che quando sono arrivata a Milwaukee era pieno di negozi e brulicante di vita ed ora e` solo l’ombra di se stesso.
 Peccato perche` anche l’architettura valeva la pena per una visita.
Il problema e` la decentrazione dei centri commerciali ed il nuovo trend, che appare anche un po’ ridicolo con il freddo che fa qui d’inverno, di fare i centri commerciali come villaggi all’aperto, manco fossimo in Florida!
Se vivete in un sobborgo di una citta` americana, in centro dovete cercare l’occasione per andarci perche` altrimenti e` piu` facile rimanere nel vostro angolino, dove comunque ci sono ottimi ristoranti, cinema e cose da fare.
Cosi` capita spesso a noi: rimaniamo nella nostra zona e andiamo in centro o per lavoro o per poche altre occasioni.
Se pensate che sia andata in centro alla ricerca del leone, vi sbagliate.
Per prima cosa questa storia del leone sta diventando ridicola. Per dieci giorni ha avuto una copertura mediatica pazzesca, da due giorni niente. Silenzio. Ora le ipotesi sono due: 1) non c’e` mai stato nessun leone a Milwaukee, il video era una montatura e se lo hanno visto anche poliziotti e altri ufficiali, questi sono stati rinchiusi loro in gabbia, in quanto pazzi… 2) il leone c’e`, ma facendo dimenticare la storia al pubblico magari la gente non va a spaventare il leone e finalmente lo prenderanno… Vedremo. Per ora la storia non ha ancora la parola fine.
Di occasioni per andare in centro invece questa settimana ne ho avute ben tre!
Un giorno io e mia figlia siamo andate a trovare la nostra amica Greta di Greisdipity, expat a termpo determinato, vedi sopra, ultimamente un po’ latente sul suo blog, tutta presa in quello che sta diventato un’ occupazione a tempo pieno per Amiche di Fuso, oltre che impegnata a correre dietro alla sua piccola, che e` un amore da mangiare di baci!
La volta successiva sempre io e mia figlia ( ne parlavo qualche giorno fa su come questa estate senza mare si stia rivelando piena di possibilita` di fare cose diverse dal solito!) siamo andate a visitare, al  magnifico Milwaukee Art Museum,

una incredibile mostra artistica intitolata From Van Gogh to Pollock, un vero concentrato di arte degli ultimi due secoli in cui ho potuto vedere sotto lo stesso tetto quadri che non mi sarei mai immaginata di poter vedere come il cagnolino di Balla

Ecco e` chiaro dalla foto che ho fatto del museo, quale sia il colore del cielo in questi giorni: e` piacevole camminare sul lungolago, pieno di gente. 
E` proprio vero che il lago e la citta` in estate sono totalmente diversi da come si presentano durante il freddo inverno: cosi` diversi che sembra impossibile che un luogo con una cosi` gloriosa e calda estate si trasformi in una tundra ghiacciata in pochi mesi e cosi` velocemente. Ottobre ancora splendido, novembre: mamma mia!
Non conosco bene il centro cittadino, almeno non tutto. 
Milwaukee ha un centro abbastanza esteso e diviso in quartieri, e devo ammettere che in molte zone non ci ho mai camminato, quindi non le conosco.
Se vado in centro spesso significa andare al Third Ward, un quartiere che sta cambiando sempre piu` velocemente, trasformandosi in una zona di boutique, ristoranti, e appartamenti molto costosi, mentre anche solo 15 anni fa, quando sono venuta a vivere qui, era una zona di magazzini in disuso ( prima era la zona dove gli immigrati italiani vivevano, come vi avevo raccontato nel mio post Italian Milwaukee); vado su Brady street e la zona a nord : Prospect Ave. e Oakland, dove anche li` si raggruppano alcune strade molto carine e piene di teatri, ristoranti e negozietti, ma tra una e l’altra si deve prendere la macchina.
 Il centro-centro che si estende intorno a Wisconsin Ave, la via principale che vedete nelle due foto sotto, il fiume ed il lago, non l’ho mai fatta a piedi, se non a spizzichi e mozzichi, cioe` mai come “turista” a casa propria.
Ieri sera quando siamo andati per la terza volta in una settimana in centro citta` eravamo proprio nella zona centrale sulla strada principale di Milwaukee, Wisconsin Avenue, con i suoi grattacieli.
Greg, il mio amico cuoco conosciuto tramite Slow food Wi, ed il suo sposo hanno aperto il loro ristorante, e hanno voluto condividere la serata di apertura anche con noi.
Per me, che ho conosciuto Greg appena arrivato qui da SF e ho seguito le sue vicende per tre anni ( lui e` sempre stata una generosa presenza nel mio corso di Cultura all’universita` e tutti gli anni e` venuto a “cucinare” per noi e a parlare di Slow food) e` stato molto bello essere invitata e finalmente fare conoscere anche mio marito e mia figlia a questi amici.
Il ristorante e` di cucina portoghese e quasi tutti i prodotti sono locali( il baccala`, le acciughe ed il cioccolato non possono esserlo!)  e biologici e sono sicura che sara` un successo, visto che da due anni si stanno facendo conoscere al pubblico con delle cene pop-up (  un loro amico gli affittava il suo ristorante, luogo solitamente aperto solo per colazione e pranzo e loro usavano i muri e le attrezzature per queste cene che avevano il duplice scopo di tastare i gusti del pubblico e guadagnare un po’ di soldi per poter aprire il loro ristorante) che hanno ricevuto ottime recensioni!
La serata e` stata piacevoleil ristorante era pieno di gente e l’atmosfera casual invitava a conoscersi.
Tutto qui? 
No, le scoperte in citta` non sono finite qui: abbiamo posteggiato l’auto nella strada vicina al ristorante e, poiche` era un po’ presto, abbiamo fatto una passeggiata e abbiamo scoperto un vero tesoro. Una libreria di libri usati, grandissima, piena zeppa di libri interessanti: siamo entrati e saremmo rimasti li` per ore, rapiti dai libri che abbiamo trovato. In quindici minuti siamo riusciti a comprare 5 libri , nessuno piu` caro di 5 $… per topi da biblioteca come noi… solo l’antipasto!
Ci siamo ripromessi di tornarci: 15 anni a Milwaukee e non sapevo di questo posto? 
Ma perche` non vado piu` spesso in centro?
Annunci

6 pensieri su “Ma perche` non vado piu` spesso in centro a Milwaukee?

  1. Nemmeno io vado spesso in centro a Roma,da qualche parte sul blog ne avevo parlato… vuoi perchè andarci è un parto (e non abito nè fuori dal Gra nè in provincia,ma a dieci minuti) vuoi perchè non ho mai abbastanza tempo… ed è un peccato!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...