Pensieri sparsi su manie e mobili…

Image result for mobili antichiChe qualche mania mia mamma me l’ avesse  trasmessa ( tipo fare fatica a separarsi dalle vecchie cose e non buttare via niente)  e` un dato di fatto, leggete qui. Che lei sia bravissima con ago e filo e io sia negata con la macchina da cucire, e` un altro dato di fatto.
Che pero` entrambe amiamo alla follia reciclare e  ridare vita a cose vecchie, questa ve la devo raccontare.
La mia mamma e` venuta a trovarmi parecchie volte da quando ci siamo trasferiti in questo angolo di mondo e continua a farlo, per fortuna!
Ha lasciato tracce del suo passaggio sia nella casa di Pittsburgh che in questa.
Insomma da quando arriva a quando parte c’e` sempre qualcosa da fare.
Le lascio crudelmente cose da aggiustare, panni da rammendare, orli da fare e chisssa` come mai, da quando so che ha un biglietto in mano, mi rilasso anche nello stirare-che odio- e so che invece la rilassa ( oh, come sono altruista!)
Lei mi ha sempre dato il coraggio di affrontare progetti che forse non avrei affrontato da sola o senza averla prima vista all’opera.
Di certo una delle cose che mi ha insegnato e` vedere tesori nascosti in oggetti che per altri erano da eliminare.
Per questo motivo, da quando li ha scoperti, si e` innamorata dei garage sale e quando eravamo a Pittsburgh ogni sabato non vedeva l’ora di andare alla ricerca di cose ed oggetti da riempire una casa, grande, ma vuota come era la nostra, allora.
Ora, se non sapete cosa sono i garage sale, vi mando al mio post sui garage sale. Come ho detto in quel post qualche tesoro nascosto l’ho trovato anch’io. Nascosto sotto strati di pittura e dopo molto lavoro, ma il ritrovare le venature del legno e vederle riemergere mi ha sempre dato una soddisfazione incredibile.
Questi lavori, mi piacciono proprio e mi rilassano, ma era gia` un po’ di anni che non ne facevo piu`: ad un certo punto la casa viene arredata e non c’e` piu` la necessita` di comprare altre cose.
Allora la scelta dei garage sale e dei rigattieri era nata dal fatto di non volere spendere cifre assurde e dal fatto che il mercato del mobile americano era alquanto deprimente. Lo e` ancora se non si sa dove cercare. La maggior parte dei mobili qui e` orrenda! Se un mobile e` definito “modern”, meglio scappare a gambe levate…. quello che va e` lo stile Pottery Barn, negozio dove ho comprato bellissima biancheria, ma che comunque in grandi “dosi” denota poca originalita` e il Tuscan style. Tutti esperti di Toscana, ma che Toscana e`quella che immaginano qui? 

Io ho uno stile che qui definirebbero eclettico: mi piacciono i mobili che abbiano una storia, ma accostati a mobili moderni.
 Non penso che una bella casa sia solo quella arredata dagli architetti dove anche ogni soprammobile viene comprato solo per un gusto estetico e non viene mai spostato per non rompere un equilibrio immaginato dall’architetto.
Non penso neanche che una casa sia bella solo se vi sono mobili costosi che esaltano le possibilita` economiche di chi vi abita.
Mi piacciono le case che riflettono le storie di chi ci vive.
Adoro le librerie, aggiungerei scaffali per libri in ogni stanza.
Mi stupisce chi non ha l’amore per i libri e se non vedo libri in una casa, so che non posso avere una relazione con quelle persone. Leggere presuppone curiosita` e umilta`: due caratteristiche che reputo molto importanti in una persona.
Non disdegno neanche i mobili IKEA, ne ho qui e la`: molte delle lampage IKEA sono belle come quelle di Artemide o Fontana Arte.
E adoro i quadri: ma non mi piacciono in genere i paesaggi ( Oddio, farei un’eccezione per un Van Gogh o Monet..ehehehe). 
Insomma, ho una casa mia con dei mobili che, se non provengono dalla mia famiglia e quindi raccontano la storia dei miei avi, raccontano la mia o sono diventati miei perche` gli ho restituito una vita che non avevano piu`.
In questi giorni mi sta capitando di fare di nuovo la restauratrice di mobili. Sto scartavetrando per togliere macchie d’acqua o vino o caffe` ( chissa`?), ri- incerando e nutrendo vecchi legni. Loro mi stanno ringraziando restituendomi profumi lontani e luminosita` ritrovata. Ed io sono felice: alla fine anche quello conta no?

Annunci

6 pensieri su “Pensieri sparsi su manie e mobili…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...