Seduta a banchi virtuali (ma alla fine solo troppo seduta al computer)

http://www.informagiovanibiella.it

E` una prova, una cosa nuova e mi ci sono buttata a capofitto con l’entusiasmo della novizia.
Sono tornata ad essere una studentessa, ma seduta ad un banco virtuale. Sto seguendo un  corso online proposto dalla mia universita` per imparare ad insegnare online.
Sono a dir poco frastornata da tutto quello che e` possibile fare per creare un corso online… mi frullano in testa concetti come comunita` di apprendimento ( learning community), attivita` per romprere il ghiaccio ( icebreakers) e molto altro. Se di attivita` per “rompere il ghiaccio” ne faccio gia` da molto tempo…l’idea della learning community e` molto nuova per me. Non e` che ai miei tempi all’universita` si stimolasse molto il concetto di comunita`!

…….
Insomma la settimana era iniziata  cosi`, poi il post era stato lasciato li` nel limbo dei post non finiti perche` questo corso online da teoria e` passato all’essere una necessita` pratica e impellente, quindi ha cominciato a mangiarsi le mie giornate, oltre al dover sempre e comunque continuare ad insegnare in modo normale, preparare le lezioni, correggere i compiti  e forse pulire la casa, preparare la cena e fare il bucato… FORSE ( lasciamo stare…)
Vado con ordine.
 Dopo un inizio tranquillo: finalmente avevo finito la traduzione che mi avevano commissionato e ero pronta a godermi questa esperienza con calma ed attenzione , la settimana e` finita invece in un vortice di avvenimenti.
Per prima cosa si sono aperte le iscrizioni “speciali” per i ragazzi dell’ultimo anno dell’universita`, i senior che si devono laureare a maggio. Al mio corso di cultura quest’anno hanno messo un limite superiore di 40 studenti ( l’anno scorso ne avevo 28): due giorni e il corso e` chiuso, completo. Neanche il tempo per tutti i senior per iscriversi.Solamente da lunedi` si apriranno le iscrizioni per il terzo anno e cosi` via ( cioe` vanno al contrario 4-3-2-1 anno cosi` i seniors sono sicuri di potersi iscrivere ai corsi e finire per potersi laureare in tempo con i corsi che vogliono/ devono fare.) Quaranta studenti in una sezione????OMG! Devo ristrutturare tutto il corso, tutto il calendario, devo modificare molte cose nel syllabus perche` parte del loro voto era lavorare su un argomento e presentare il progetto finito in classe, ma non ci sono sufficienti lezioni per sentirli tutti …insomma mi sa che il primo utilizzo della learning community sara` gia` messo alla prova presto.
Poi l’altro giorno ricevo una proposta: insegnare online a ben 37 studenti di scuola superiore sparsi per gli Stati Uniti ( e anche Portorico)…urgente..l’istruttore era sparito e il corso stava affogando… e cosa faccio? mi lascio tentare..apro il corso a cui mi era stato dato accesso come ospite…mi cadono le braccia letteralmente e dico si`…ecco che ora ho anche quello da fare.
Ma non avevo detto che bello essere empty nester che avevo anche piu` tempo per me???
Ieri a momenti non ho manco mangiato…un chilo ho perso  e non nella maniera sana che mi immaginavo, ma solo perche` non ho avuto il tempo per mangiare.
Ho cosi` tante idee per questa nuova cosa, sono eccitata come un bambino in un negozio di giocattoli e soldi illimitati per comprarli… dopo quello che ho visto nella pagina del corso, cioe` gli errori che c’erano da parte dell’istruttore ( AHI AHI, ma chi insegna alle superiori?), immagino di poter fare meglio anche senza aver finito il corso di teoria universitaria.
Vi diro` come va a finire..anzi come comincia…da Lunedi avro` 37 nuovi studenti!

Annunci

10 pensieri su “Seduta a banchi virtuali (ma alla fine solo troppo seduta al computer)

  1. 37 studenti in una classe??? Oddio, troppiiissimiiiiii! Io quest'anno sono così felice perché ne ho al massimo 13-14, da un massimo di 27 che ne avevamo prima (vantaggio di insegnare di mattina presto o livelli alti). Tanta partecipazione, tanta interazione. Però anche a me è toccata la ristrutturazione di tutte le programmazioni, perché con le classi dimezzate tocca preparare attività molto diverse … la vita del professore … ahiii!

    Mi piace

  2. e 40 nell'altra reale all'universita`dove insegno cultura in Inglese!Il corso l'ho creato io dal nulla e mi avevano detto dei colleghi: coraggio al terzo anno che lo insegni lo fai come ti piace….si`, ma se continuo a doverlo cambiare quando arrivero` mai al terzo anno??

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...