Matta come la pasta…che cucino per cena?


Sono le 18:30 di venerdi sera e non so cosa preparare per cena. Ho gli ingredienti basilari in casa, ma nessuna idea e poi ho quei fagiolini che ho bollito la sera prima, che vanno mangiati, ma sono cosi` tristi  come contorno…e poi contorno di che?
Ho lavorato tutto il giorno. Prima per calcolare i voti degli studenti per i voti di meta` semestre. Poi ho scritto un post per il blog. Caspita,lo ammetto questo blog mi fara` del male, ci passo troppo tempo, mi piace scrivere…poveri voi! 
Il pomeriggio poi sono andata a fare la mammografia annuale e ho avuto quella mezz’ora di fifa che nessuna vuole provare. Per fortuna qui l’efficienza paga e l’ esame e` stato fatto seguire immediatamente da un’ecografia e niente di nuovo,solo un allarme infondato:mizzica che strizza, pero`! 
Dopo sarei pure andata a consolarmi facendo shopping, invece da brava ho optato per fare la spesa, ma avendo bisogno comunque di una qualche forma di consolazione dopo la strizza provata, sono uscita da Costco con in mano solo un panettone e un sacchetto di palline di cioccolato e Acai ( l’Acai non e` un superfrutto? Ho delle scusanti dai! E il panettone? beh..quello bisogna averlo in casa e Natale e` SOLAMENTE tra due mesi). Ho assaggiato tutte le cose che facevano assaggiare, ma sono uscita senza cosa utili per cena.
Cosi`arrivando a casa, sono stata messa di fronte al dubbio sull’uso del fagiolino.
Allora ho pensato al riciclo.
Il riciclo in cucina: mi da` soddisfazione e mi fa sentire meno in colpa, perche` altrimenti molte cose che riciclo andrebbero buttate. Come riciclare i fagiolini? Ma si`, ci faccio una torta salata. A me le torte salte piacciono da matti, come le frittate. 
Avrei pure potuto farci una frittata con gli ormai famosi fagiolini, ma avevo pure la ricotta e anche quella va a male presto e deve essere usata.
 La torta salata pero` ha bisogno di un involucro e la sfoglia surgelata che ho sempre nel freezer ci mette troppo a scongelarsi…che fare? Allora mi e` venuta in mente Ero Lucy e la sua Torta salata per expat non food bloggers. E` la mia!
Apro il suo blog, ma ho dei dubbi ( se non li avessi sarei una cuoca e non lo sono).
Ma quanto mi piacciono le mie nuove amiche expat, che sono sempre a disposizione con consigli ed aiuti concreti. 
Sempre, perche` come dicono le gia` supercitate Amiche di Fuso, noi expat siamo spalmate su tutti i fusi orari, quindi c’e` sempre qualcuna online. Logico che noi nordamericane interagiamo con piu` frequenza e ne sto approfittando molto ultimamente, specialmente quando ho dubbi culinari…cioe` quasi ogni giorno!
 Messaggio e risposta! ta..da`! Aiuto arrivato.
La pasta matta, facilissima e veloce! Lucy la descrive bene e con dovizia di foto, io vi allego anche il sito da cui e` stata tratta, anche perche` mi sembra uno di quei link a cui tornare qui.
Come facevo prima di conoscere le expat? Che vita di solitudine e di errori. Potevo solo chiamare al telefono poche persone, principalmente in Italia, ma non alle mie 18:30!
Invece ora e` un nuovo mondo.
La settimana scorsa io e mio marito, a cui,se mi avete letto sapete gia`piace cucinare qui ed e` molto piu` bravo di me, volevamo provare una nuova ricetta di Viva La Focaccia , la focaccia di Voltri. Farina da usare: Manitoba. Manitoba, che? Si` lo so, molto in voga in Italia, dicono sia nordamericana, canadese per essere precisi, ma qui non si trova…per lo meno non la trovano i comuni mortali che un giorno si svegliano con la fregola di fare la focaccia di Voltri di Viva la Focaccia. Cosi` ho lanciato l’SOS e` in pochi minuti ho avuto la risposta per poter andare al supermercato e comprare gli ingredienti giusti e tutto grazie al tam tam delle mie amiche expat.
La torta salata con la pasta matta era veramente buona, ma alla fine l’abbiamo mangiata il giorno successivo perche` mio marito e` arrivato a casa super affamato e senza voglia di aspettare che la torta finisse di cuocere e raffreddare. 

Ma avevo anche fatto il risotto con la zucca e mi sono sentita molto efficiente, mi basta poco…..
La ricetta del ripieno, senza dosi perche` sono andata ad occhio.
Ho tagliato i fagiolini bollini a pezzettini e li ho fatti saltare in padella con un filo d’olio e dei dadini di prosciutto cotto.
Ho poi aggiunto la ricotta ( per le Nord Americane: Belgioioso , ricotta con latte- senza latte non l’ho mai vista la ricotta, ma quella si chiama cosi`) due manciatone di parmigiano e 2 uova, sale e pepe.
steso la pasta ( vedi sopra) e fatto cuocere la torta in forno a 400F per 45 minuti.

Annunci

4 pensieri su “Matta come la pasta…che cucino per cena?

  1. io ho un forno grande ” di dimensioni americane”, che per una piccola torta salata consuma anche troppo gas ( si` e` a gas, non elettrico). l'anno scorso abbiamo comprato un fornetto elettrico da lasciare sul bancone della cucina…il miglior acquisto! ci cuocio di tutto! E si sposterebbe con te..facci un pensierino. sono sicura li vendono anche in Australia!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...