Il figliol prodigo ritorna, ammazziamo il vitello grasso!

Eppure ritornano…
E` passato quasi un mese da quando abbiamo lasciato nostra figlia all’universita`come avevo scritto qui. L’ordine supremo dato ai genitori durante l’orientamento era stato quello di sparire, non girargli intorno, diventare invisibili per un mesetto per renderli indipendenti e fargli sperimentare la nuova vita universitaria. Cosi` e` stato, almeno per noi, che ci siamo limitati a una telefonata con skype alla settimana ( solo per poterla vedere in faccia, specchio dell’anima) e a qualche messaggio. Che bravi, vero?

Noi siamo sopravvissuti, lei anche e finalmente questo fine settimana, scaduto il mese, si sarebbe potuti andare a farle visita. Noi come tutti gli altri genitori.
Parents Weekend!
Al solito tutto organizzato a puntino, ora per ora, con un piccolo problema..noi siamo italiani e la mentalita` ( purtroppo?) e` rimasta tale. Alla lettura del programma per il fine settimana…io e mio marito ci siamo guardati in faccia: MA TU VUOI PROPRIO ISCRIVERTI?
Innanzitutto il clou del programma era oggi, venerdi`. Ma come il venerdi` non e` lavorativo e scolastico?
E gia` questo avrebbe creato qualche problemino. Nostra figlia il venerdi` ha lezioni ininterrottamente dalle 9 alle 15:30, che ci andavamo a fare prima?
Poi il programma consisteva in: visita ai dormitori ( ma se gia` ci vivono!), tour dell’universita` ( ma l’ho gia` fatto!) e l’evento piu` importante : foto con Bucky -la mascotte dell’universita`….whoa!!!!
Domani: visita guidata al Farmer Market ( ma al mercato ci so anche andare da sola, grazie!), e Partita di Football ( biglietti esauriti da maggio… ops!)
Insomma, abbiamo deciso di risparmiare gli 80 $ a testa del programma, ma comunque saremmo andati a Madison domani e dopodomani.
Un mese fa infatti avevamo cercato l’albergo, trovandone uno solo a 10 Km dalla citta`, una comodita` che non vi dico! Preso comunque!
Poi arriva domenica scorsa. Siamo al telefono: “Mamma?”, -si dimmi-“Ma tu e papa` volete PROPRIO venire a Madison?”- Ma noi veniamo per vederti e poter stare con te ( non ci vuole????)- ” E beh… perche`… se non non ti dispiace….. e se non dispiace a papa`…. se mi venite a prendere…io avrei tanta voglia di venire a casa….”
La mia risposta- Non penso ci siano problemi- Ma che risposta le ho dato???
Meno male che eravamo al telefono perche` questa mamma qui ha cominciato a saltare, danzare, ridere…..LA MIA BAMBINA VIENE A CASA!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ecco li`, in quel momento, nonostante per un mese io mi sia ripetuta che andava tutto bene, che alla fine non mi mancava poi cosi` tanto perche` e` giusto cosi` e la vita e` anche oggettivamente molto piu` semplice senza di lei…. ecco, nel momento in cui ho saputo che l’avrei avuta a casa per due giorni mi sono resa conto di come mi manchi in realta` moltissimo. Non e` in vacanza, non e` via temporaneamente, quella e` la sua vita, la sua vita staccata da me e da suo papa`.
– Francesca, ma va tutto bene?- ” Si`, certo solo che mi manca la mia casa, il mio letto e mi mancate voi” ( beh in terza posizione….vai!)
Ci credo, un mese a condividere pochi metri quadrati con un’altra persona, con cui va molto d’accordo, ma comunque non c’e` mai privacy, ne` in camera ne` in bagno..lei che da figlia unica non ha mai dovuto condividere nulla neanche con un fratello o una sorella…
La felicita` di averla a casa…senza parole appunto. Mio marito le ha chiesto se voleva qualcosa di speciale da mangiare e le ha proposto un elenco lungo una pagina che le ha mandato come messaggio.
Risposta:”TUTTO”. Ma stai a casa 15 giorni?
” Ma ci sono colazione , pranzo e cena!” ah bene, se la mettiamo cosi` ha ragione
E poi anche le richieste di cibo da portarsi dietro al ritorno…
Insomma siamo italiani no? Anche lei in questo lo e` molto!
Allora si e` andati a prendere la carne per fare il ragu`. Abbiamo preparato le lasagne e gliele abbiamo surgelate a porzioni cosi` lei e Karolina le possono tirare fuori dal freezer e scaldarle per cena, oggi faccio una frittata e la torta di mele,
Sono 3 giorni che cuciniamo…..
Ma non vedo l’ora di abbracciarla oggi pomeriggio!

Annunci

6 pensieri su “Il figliol prodigo ritorna, ammazziamo il vitello grasso!

  1. tutti i miei amici italiani che hanno figli qui al college, dicono che gli amici dei figli li adorano perche` i ragazzi tornano sempre dalle visite a casa con dei buoni mangiarini di condividere..e poi noi italiani invitiamo sempre gli amici dei figli a cena quando andiamo a trovarli…e vai che iniziamo anche noi cosi`!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...