In sala d’aspetto

Sono qui nella sala d’aspetto di un day hospital o, come dicono qui outpatient  facility,  mentre a mio marito stanno aggiustando i menischi di un ginocchio partito, per chissà qual motivo. Molto probabilmente partito dopo un’ infinita serie di incidenti di sci e un brutto incidente che ci aveva coinvolti insieme 26 anni fa, ma che fa sentire i suoi effetti ora che diventiamo sempre più giovani. Mentre lui ha subito danni alle gambe, in quell’incidente io avevo battuto una bella  capocciata sull’asfalto. A detta di tutti gli effetti per me si erano già fatti sentire da  subito: poiché invece io mi reputo ancora relativamente normale,  aspetto segni di follia..a breve!

Comunque mi sto assaporando gli ultimi istanti di pace relativa prima del ritorno a casa del malato, perché chiunque abbia avuto un uomo ” malato” in casa sa come …..siano facili da gestire i mariti/ compagni o in generale gli uomini che vagano (beh non molto nel mio caso) per casa per alcuni giorni… Siete d’accordo?

Questo momento di pace inattesa mi permette anche di fare alcune considerazioni sull’efficienza, a pagamento, della sanità americana. Allora innanzitutto sono qui in questa sala d’aspetto super confortevole dotata di divani di pelle, tv, giornali, aria condizionata e bar dove ci si può servire di bibite e snack. Internet èa disposizione e sembra di essere in un grande albergo.

Mio marito è già stato portato nella camera pre operatoria e l’operazione è programmata  fra un’ora. La settimana scorsa è iniziato tutto: dopo un lungo viaggio aereo mio marito è tornato a casa con un dolore forte al ginocchio e poiché non era la prima volta che il suo ginocchio faceva sentire la “sua voce”, finalmente si è deciso. Chiamato il dottore, l’appuntamento gli è stato dato per lo stesso giorno ,  raggi fatti nello stesso luogo e risonanza magnetica due giorni dopo. Al risultato della risonanza magnetica il medico gli ha detto che non ci sarebbe stata alternativa ad un intervento. Questo era venerdì, oggi è martedì ed è il giorno del’ intervento.  Questa intervallo tra la diagnosi e l’operazione è stata causata dal fatto che non c’era emergenza. Quando mia suocera si èrotta il femore, mentre era qui a trovarci, tra la diagnosi e l’operazione erano trascorse poche ore.  C’è un ‘efficienza incredibile: certo i costi sono altissimi e senza assicurazione sono assurdi. Mia suocera  era qui come turista e aveva avuto l’ottima idea di farsi una piccola assicurazione sanitaria in Italia. Nel suo caso l’assicurazione le aveva permesso di coprire i costi dell’operazione e della degenza in ospedale. Quindi, se qualcuno viene a trovarvi , suggeritegli di spendere quei pochi Euro per fare un’assicurazione per la lunghezza del viaggio, non si sa mai!

Si può essere d’accordo o no su come funzioni qui la sanità e se l’ Obamacare riuscirà o no a cambiare/ migliorare le cose, soprattutto  per le persone che non hanno la fortuna di potere avere un’assicurazione medica attraverso il lavoro o che perdono il lavoro e non hanno più copertura.

Ci sono aspetti positivi e negativi sia nel SSN che qui.

In Italia gli aspetti negativi sono principalmente dovuti al fatto che molti della Sanità pubblica se ne sono approfittati per i propri comodi, buttando alle ortiche un sistema di tutto rispetto, solo perché noi Italiani non abbiamo nessun senso di educazione civica e pensiamo di essere furbi se riusciamo ad ricavare qualche vantaggio personale anche a discapito di altri. In mezzo a tanti bravi medici di famiglia in Italia, ce ne sono tanti che scaldano le sedie e sono lì solo a scrivere ricette o a mandare a fare esami inutili senza controllare che siano necessari o no.

Qui non è che questa efficienza sia dovuta solo alla maggiore preparazione dei medici ( ho molti amici italiani medici preparatissimi) molto è causato dalla paura di essere ” sued” cioè portati in giudizio se la diagnosi non era giusta o non era stata presa con sufficiente velocità.

Manco dall’ Italia da troppi anni e magari ricordo cose che adesso sono cambiate e lo spero! Volevo solo raccontarvi alcune impressioni durante quest’attesa

11 commenti Aggiungi il tuo

  1. DOnatella ha detto:

    Intanto auguro una pronta guarigione a tuo marito…. fatti forza che poi inizierà il tuo calvario perchè, come dici tu, gli uomini “malati” sono una palla al piede. Non voglio che tu scenda nei particolari ovviamente, ma alla fine un'operazione così, tenendo conto dell'assicurazione , a voi è costata molto?

    "Mi piace"

  2. Bella Italia Store ha detto:

    Sono sicura che andra` tutto bene! Ma solo io ho la fortuna di un marito che NON si lamenta MAI quando sta male???? Il babbo invece…. 37.1 di febbre e: “ohi ohi ohi come sto male, come sto male!!” e mi asorella gli ha risposto: “se vuoi ti sparo, cosi` smetti di soffrire” 😉 Comunque, per tornare ai costi, qui in NV c'e` un programma per i non assicurati che, a fronte di un pagamento mensile di 35/40$ al mese (dipende dall'eta`, dal reddito e dalla composizione familiare), ha degli sconti impresisonanti. In pratica ha gia` negoziato i costi con medici/ospedali e piu` di un tanto non si spende. Questo e` un gran programma, considerato tutto…
    Bacio Claudia!!
    Esempio di costi/risparmi:
    Hospital In-patient 10-day stay costo medio reale $50,000/$5,000/day
    costo con loro $3,000 max/$400/day risparmio: $47,000
    Outpatient
    procedure Hernia repair costo medio reale $12,500 costo con loro $1,700 risparmio: $10,800
    Pharmacy Annual supply of cholesterol medicine $360 $84 $276 (l'ordine e` lo stesso)
    Dental Exam, x-ray & cleaning $285 $65 $220

    "Mi piace"

  3. Mom ha detto:

    non voglio nemmeno toccare l'argomento perché è la sola cosa che mi rovina il sonno da quando sono in questo paese: HO IL TERRORE DI AMMALARMI O CHE QUALCUNO IN CASA SI AMMALI E NECESSITI CURE, MEDICINE, ANALISI O, ANCORA PEGGIO, INTERVENTI!
    Ho scritto tutto in maiuscolo proprio perché urlo quando si parla di sanità.
    Mi manca il poter andare dalla mia dottoressa quando qualcosa mi turba. Qui invece… trattengo il panico e ne sto pagando le conseguenze proprio in questi giorni.

    "Mi piace"

  4. Samuela Elarti ha detto:

    Ciao! Auguri a tuo marito. Purtroppo il sistema sanitario americano è una gran vergogna e anche se in Italia c'è da aspettare per un appuntamento o una risonanza, TUTTI possono accedere alle cure mediche mentre negli USA le cure mediche sono solo per i privilegiati che hanno un buon lavoro e gli altri possono morire e non interessa a nessuno. Pazzesco. E questa sarebbe la più grande democrazia al mondo. Ma per favore. W l'Italia e il nostro SSN che, per quanto sia pieno di difetti, offre cure gratuite o a prezzi bassissimi a tutti, ricchi e poveri, italiani e immigrati.

    "Mi piace"

  5. Claudia Pessarelli ha detto:

    Grazie per gli auguri al marito che sta benone gia` ora! per il resto sono totalmente d'accordo su quello che dici, infatti non mi piace quello che succede qui, ma mi fa adirare il degrado che il SSN subisce a causa di interessi personali e menefreghismo a tutti i livelli di qualcuno, ma non di tutti!

    "Mi piace"

  6. ero Lucy ha detto:

    Mi trovi completamente d'accordo, Claudia. Auguri a tuo marito… e a te 🙂

    "Mi piace"

  7. ero Lucy ha detto:

    Samuela, scusa se mi permetto. Facciamo l'esempio di una lastra. Tu sai quanto costa allo Stato Italiano la lastra che tu non paghi?
    E per quanto contribuisci tu ogni anno con le tue tasse ai costri del SSN?
    Quello che io penso e' che gli Italiani sono talmente tanto abituati a ricevere che non si rendono conto dei buchi nel bilancio che si creano. Perche' se io pago, mettiamo, 100 euro l'anno di tasse, c'e' qualcosa che non va se poi solo per una mia lastra lo Stato ne paga altrettante. E chi ha una malattia cronica e ha bisogno di cure costanti? Chi paga per lui quello che lui non paga con le tasse?
    Nessuno di noi Italiani ha risposte, ma tutti sappiamo che la Sanita' ha una voragine di debiti (anche senza considerare le frodi).

    "Mi piace"

  8. nonpuoesserevero ha detto:

    a Novembre 2013, Fidanzato ha fatto un intervento molto impegnativo alle anche.
    Siamo dovuti andare privatamente ,fortunatamente tutto pagato dall'assicurazione sanitaria che gli garantisce la sua azienda e sono rimasta scioccata dal costo totale della questione: tra intervento,degenza molto lunga e riabilitazione durata parecchi mesi il totale era di circa 100.000€.
    Non avevo mai riflettutto su quanto fosse costosa la sanità e questa è stato il modo per rendermene realmente conto 😦

    "Mi piace"

  9. Claudia Pessarelli ha detto:

    Purtroppo non avevo visto molti dei vostri commenti. Sinceramente non oso pensare a quanto effettivamente sia costato quell'intervento. So che il copay ( quello che in Italia sarebbe il ticket) per gli esami legati a qualsiasi diagnosi, tipo MRI ( risononza magnetica) e` intorno ai 600 dollari ognuno…TANTI soldi!!!

    "Mi piace"

  10. Anonimo ha detto:

    Scusate ma voi sapete quanto pagano gli americani ricoverati in Italia??? Io ricevo telefonate da assicurazioni che mi fanno chiamare gli ospedali e ogni volta che mi dicono i costi mi viene un infarto!!! Poi precisiamo che ci sono ospedali Samaritan, dove non vi rifuitano le cure qui negli States.Certo non convin chiamare un'ambulanza perche' poi vi mandano il conto salato…comunque io preferisco il sistema sanitario americano, costoso o no, e' eccellente!!! Credetemi l'ho usato e lo uso quando posso.
    Non vi sto a raccontare l'esperienza di mio marito in ospedale a Cagliari, con pannolone sporco nell'armadietto e mosche morte sul davanzale…La maleducazione degli infermieri e dei medici/dei onnipotenti e le diagnosi sbagliate…

    Ti sono comunque vicina per la degenza di tuo marito, che sara' senz'altro un rompi, capisco perfettamente perche' ne ho uno simile in casa…sempre tragedie greche!!!
    Baci Giuli

    "Mi piace"

  11. Claudia Pessarelli ha detto:

    Ciao Giuliana,
    per fortuna l'operazione di mio marito e` di quasi un anno fa. Ora lui sta benone, e, a parte un bel Montezuma preso in Messico per lavoro, non ha piu` avuto problemi di salute. Immagino che gli Americani in Italia paghino l'intera cifra, e quando parli di maleducazione del personale e scazzatura…beh ce ne sono tanti cosi`, per fortuna ci sono anche tanti operatori gentili ed umani. Certo qui sarebbe impossibile per una persona che lavora in un qualsiasi campo ( non solo, ma ancora di piu` in quello sanitario) essere maleducata, altezzosa etc.: un bel calcio sul lato B e vai…fuori dai c….e questo lo aprrezzo moltissimo!!!!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...