Bagels’love!

AMO LA BUONA CUCINA!
Lo ammetto e ammetto che mangiare e` una delle mie debolezze.
Di certo e` la piu` evidente.
Sono curiosa di scoprire e provare cibi nuovi, perche` ogni cibo parla del popolo da cui ha origine. Assaporare un cibo nuovo ed etnico e` come fare un viaggio nella storia e nelle tradizioni del popolo che ha inventato quel cibo, e senza muoversi da casa.
Se avete letto il mio post su Slow food sapete che cerco di essere anche attenta alla storia del cibo ed alle ragioni che portano una persona a mangiare questo o quel.
Pur essendo italiana, non mangio solo italiano

Per tutti questi motivi era gia` un po’ che volevo scrivere un post sul cibo che mi ha conquistato qui negli USA e di cui sentirei la mancanza se non lo avessi a disposizione, poi stamattina ho letto il post di Mamme nel deserto sui falafel, la loro scoperta in Kuwait, e ho preso la palla al balzo per parlarvi della mia scoperta culinaria in terra americana: i bagel
I bagel sono una specie di panino a forma di ciambella rotonda con il buco, fatti con un impasto lievitato che prima viene bollito e poi viene messo in forno. Il risultato e` questo pane che ha un impasto molto denso e non si mangia freddo, ma deve essere tagliato longitudinalmente a meta` e tostato a casa, solo allora diventa buono..e quanto buono! 
L’origine e` ebraica ed essi sono state introdotti in America da immigrati polacchi arrivati a New York, dove a detta di tutti si continuano a gustare i bagel migliori e dove anche io li ho mangiati  la prima volta.
 Il tradizionale bagel e` quello senza niente ( plain), ma naturalmente le varianti che ora vengono offerte sono moltissime , alcune dolci (ai mirtilli o all’uvetta), molte salate, quelle che preferisco.
Tra i bagel salati darei la palma d’oro a quelli con i semini di sesamo, altri non mi fanno impazzire: per esempio quelli con la cipolla ( e dire che le cipolle mi piacciono molto …la focaccia ligure alle cipolle? buona!) perche` le cipolle sul bagel sono croccanti e un po’ bruciate.
In ogni caso i bagel sono la morte del cream cheese ( il Philadelphia).
 Secondo me un bagel tostato caldo e con il cream cheese gia` rappresenta in se` l’apoteosi della cucina americana. Ma non ci si puo` fermare li`.
L’ingrediente mancante per gustare il bagel in modo tradizionale e` il salmone affumicato.
Cosi` l’ho mangiato a NY la prima volta, dove e` scoppiato l’amore!
I Bagel sono molto comuni, si comprano in ogni supermercato sia preconfezionati (..ecco non rovinatevi l’esperienza di provare un bagel la prima volta comprandolo pieno di conservanti) sia al banco della panetteria.
A New York ci sono posti particolarmente rinomati per la bonta` dei loro Bagel. Absolute Bagels e` quello dove siamo andati noi 20 anni fa, quindi ben prima che fosse scritto l’articolo che vi allego e che mette quel negozietto come primo della lista ( ma la fila di persone fuori della porta c’era gia`).
Poiche` non tutti possono andare a NY, se siete negli Stati Uniti , molto comune e` una catena Bruggels’ Bagels che  fa dei bagel niente male.
Il momento tradizionale per mangiare i bagel e` la prima colazione, ma io non li disdegno mai.
Certo le calorie che la densa pasta del bagel vi fa ingurgitare ( ad essa vanno aggiunte le calorie del cream cheese e di tutto quello che volete aggiungerci sopra) non sono poche, ma ogni tanto si puo` fare.
Non pensatemi a mangiare bagel tutti i giorni: il mio giro vita, che gia` subisce notevoli attacchi causa ore passate in macchina e il clima  che qui non favorisce l’attivita` fisica all’aperto per molti mesi all’anno, sarebbe in condizioni ancora peggiori di quello che e`. Pero` i bagel sono a portata di mano e se voglio posso andarmeli a comprare, e qualche volta cedo, specialmente se li vedo che mi chiamano con il loro profumo dai banchi della panetteria.
Forse l’ultimo Bagel, l’ho mangiato un anno fa e non indovinereste mai dove. A Milano!Ed era pure buono. Ero andata a visitare l’Universita` Cattolica per conoscere i colleghi di italiano che insegnano agli studenti che dalla mia universita` trascorrono un semestre all’estero a Milano ed un mio studente che era li` al momento mi ha portata per pranzo ad un bar americano della zona dove il menu era pieno di variazioni sul tema bagel.  Sembrerebbe che i bagel stiano diventando comuni anche in Italia, lo sapevate? Se avete voglia di cimentarvi nel farli ho trovato la ricetta di Giallo Zafferano che di solito e` molto preciso.
Sono la sola a adorare i bagel? Non credo! fatemi sapere cosa ne pensate se li avete provati

Annunci

3 pensieri su “Bagels’love!

  1. Ciao Claudia, mi hai fatto venire fame e nostalgia dei tempi a Dublino dove i locali dove mangiare ottimi bagels non mancavano e ricordo le scorpacciate che mi facevo quando ero incinta, quelli con melted cheddar cheese and ham! Che ricordi…meno male che i miei figli non sono usciti a forma di ciambella! 😉
    Ogni tanto mi capita di comprarli al supermecato qui in francia e imbottirmeli a casa!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...