Visit Chicago

Life

Scoprire Chicago ( prima parte)

Pubblicato il 6 aprile 2014 da Alessandria News

CHICAGO – Chicago è una bellissima città. In Italia è conosciuta soprattutto per essere la città di Al Capone e del proibizionismo negli anni Venti del ventesimo secolo. Anche il soprannome che le è stato dato, “windy city” o città ventosa,è ambivalente. Mi è stato detto da una persona di Chicago che il soprannome le era stato dato per il fatto che il fischio delle pallottole, rumore molto comune in quegli anni, ricorda il vento, ma non ho trovato riscontro a questa storia quindi prendetela con le molle.

Se invece vi siete trovati in inverno a Chicago, sicuramente ricondurrete il soprannome al fatto che, complice il lago, la città è sferzata da venti fortissimi e gelidi; anche se in estate, questi stessi venti la portano ad essere piacevolmente fresca. Dal sito del consolato Italiano ecco altri motivi più politici per questo soprannome: “motivi… hanno una connotazione politica e coinvolgono diversi episodi. Uno di questi fa riferimento alla storia politica della città, alludendo allo stile da “spettatori sportivi” dei politici locali che parlano “blowing a lot of wind” (nda: fanno tanta aria, usando molte parole e vantandosi così forte, che le loro parole arrivavano lontano come il vento). Un altro riguarda una diatriba che coinvolse New York e Chicago per l’assegnazione del World’s Columbian Exposition nel 1893 in onore dei 400 anni della scoperta delle Americhe da parte di Cristoforo Colombo. New York perse e Charles Dana chiamò Chicago, Windy City, in un articolo del New York Sun per dispregiare la città. Infine questo soprannome cominciò a presentarsi spesso nelle locandine degli incontri sportivi tra Cincinnati e Chicago, molto rivali tra il 1860 e il 1870”.

Chicago dista 150 km da casa mia, cioè in un’ora e mezza di macchina ci troviamo a respirare l’aria della terza città in grandezza degli Stati Uniti. Chicago è anche collegata a Milwaukee da veloci e frequentissimi treni, usati molto dai pendolari e dagli studenti, non tanto se fai un carico in macchina e vuoi passare la giornata in città. Se conosci i posti e sai che arrivando prima delle 10 di mattina puoi posteggiare in centro per 20 $ per tutto il giorno, dimenticandoti l’auto, rimane ancora più conveniente usare questo mezzo di trasporto, che permette anche di raggiungere sobborghi che valgono sicuramente una visita.

Naturalmente ogni volta che viene a trovarci qualcuno, un viaggio a Chicago è d’obbligo e la via crucis delle destinazioni è la solita che si fa la prima volta che si arriva e che basta avere una guida turistica per conoscere. Allora permettetemi di darvi alcune dritte da abituée, anche se non disdegno il trascorrere giornate a Chicago interamente destinate allo shopping e, per questo, Michigan Avenueo la Magnificent Mile è “the place to go”, il posto dove andare. Dopo tutti questi anni provo sempre la stessa eccitazione e lo stesso stupore osservando quanto sia bella questa strada. Allora, nonostante lo scopo di questo articolo sia quello di non farvi una guida turistica “normale”, non posso fare a meno di citarla: per la sua architettura, la sua ampiezza, le sue aiuole curatissime, che sembrano piccoli giardini, cambiando aspetto ad ogni stagione. Delle strade delle città degli Stati Uniti che ho visitato è di certo la mia preferita e non ha paragoni con altre strade famose, come la 5th Avenue o Madison Avenue di New York.

È lunga un miglio, cioè 1500 metri, da lì il suo nome, e taglia da sud a nord la zona di Chicago che si chiama anch’essa così A sud finisce con un ponte sul fiume Chicago, a nord finisce nel lago, beh non proprio, ma sembra così. Michigan Avenue è molto più lunga e a sud del fiume continua per chilometri ,con alcuni dei miei luoghi favoriti a Chicago, ma non si chiama più Magnificent Mile. Il miglio della Magnificent Mile è un concentrato di architettura meravigliosa a partire proprio dal ponte e dalla vista a 360 gradi che si gode da lì.

 Il fiume è parte integrante di Chicago: è navigabile e i suoi ponti sono mobili… e se pensate: sì, ma si alzavano nel passato, beh no! Si alzano ancora adesso e non infrequentemente. Se venite a Chicago per il giorno di San Patrick, santo protettore dell’Irlanda e di tutti gli irlandesi nel mondo, il 17 marzo, il fiume lo troverete colorato di verde (nella foto), che è il colore del quadrifoglio simbolo di Saint Patrick e dell’Irlanda. A Saint Patrick tutti gli americani si sentono Irlandesi, vogliono ballare la irish dance e soprattutto bere tanta, tanta birra verde!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...