Buon Natale o Buone Feste? 1)

Photo by freestocks.org on Pexels.com

originariamente pubblicato da Alessandria News il 22 dicembre 2013, modificato per il blog Dicembre 2018

 

Con il lungo ponte della festa del Ringraziamento inizia la stagione delle feste nelle famiglie americane.

Vi racconto in questo e nel prossimo post, quali sono le feste che si celebrano in questo periodo negli Stati Uniti.

È già da un mese che nei centri commerciali si respira aria festiva e si ascolta la musica natalizia: tutti hanno proprio voglia di vedere applicate queste sensazioni e il primo passo è la decorazione della casa.  Quando chiudono i negozi di Halloween (negli Stati Uniti è molto comune vedere aprire negozi temporanei e stagionali), nello stesso luogo nel giro di alcuni giorni aprono i negozi interamente dedicati alle decorazioni natalizie, che poi lasceranno il posto a negozi che vendono costumi da bagno: perché alla fine di gennaio da qualche parte è già estate!

Il giorno successivo al Ringraziamento si fa shopping per i regali, ma il sabato e la domenica si fa l’albero e si decora la casa per le feste. E siamo ancora a novembre.

Anche noi, come una buona percentuale di americani, abbiamo una casa unifamiliare, come quelle che si vedono in molti film, ma nonostante i miei anni di permanenza negli Stati Uniti, non ho ancora perfezionato l’arte della decorazione, che invece i miei vicini di casa posseggono “geneticamente”.

Quando siamo arrivati qui negli Stati Uniti abbiamo comprato un albero artificiale perché, io che parlo alle mie piante, non potevo sopportare di avere un albero vero a cui vengono tagliate le radici e che é quindi destinato a morire.

Facendo così però ci siamo privati di una delle tradizioni natalizie, quella di andare al vivaio e tagliare l’albero prescelto oppure anche solo andare all’angolo della strada dove a decine si trovano improvvisati venditori di alberi e ghirlande Pazienza: ci ha sempre fatto anche comodo, trascorrendo in Italia il Natale, non avere un albero che avrebbe perso aghi e sarebbe ingiallito senza neanche essere “vissuto”.

L’albero è solo una parte della decorazione della casa: i corrimano delle scale vengono inghirlandati, così come il camino, dove vengono messe la calze che cominciano ad essere riempite da Saint Nick il 6 di dicembre.

Se gli americani sono molto attenti a non urtare la sensibilità di quella parte della popolazione che non è cristiana e l’albero in sé è politicamente corretto e non dà fastidio a chi non ha le stesse tradizioni religiose, questo non vuol dire che per esempio una famiglia ebrea abbia un albero in casa per la loro festività che cade solitamente intorno a dicembre.

La festività si chiama Hannukah, o la festa delle luci e per 9 giorni, ogni giorno viene illuminata una candela della Menorah.

Questa festività qui è diventata un fenomeno commerciale, solo perché la festa cade in questo periodo e non perché sia particolarmente importante per la religione ebraica, così mi è stato detto.

Un angolo dei negozi è decorato in blu e bianco che sono i colori della festività e della bandiera di Israele

 

( continua)

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...